Spiegazione dei diversi tipi di web hosting (condivisi, VPS, dedicati)

Diversi tipi di web hosting


Hai bisogno di un posto dove ospitare il tuo sito web ma sei confuso dai diversi tipi di web hosting? Allora siete venuti nel posto giusto.

Trovare l’host web giusto per te non è facile. Ci sono molti fattori da tenere in considerazione. Anche se hai consultato la nostra lista dei migliori web hosting, potresti essere ancora bloccato con alcuni punti interrogativi su quale tipo di sito Web è quello giusto per te.

Per aiutarti in questo, questo post ti darà un’idea di ciò che è l’hosting web e quali tipi di web hosting sono disponibili. Successivamente, discuteremo in dettaglio i diversi tipi di web hosting, tra cui il loro funzionamento, i pro ei contro e per chi sono più adatti.

Pronto? Quindi iniziamo.

Innanzitutto le nozioni di base – Che cos’è esattamente l’hosting Web?

diversi tipi di web hosting - Hosting spiegatoInnanzitutto, chiariamo cos’è anche il web hosting.

In realtà è abbastanza semplice. Quando visualizzi un sito Web in un browser, puoi farlo perché il browser ha scaricato numerosi file pieni di codice e convertito il markup in qualcosa che puoi effettivamente vedere.

Proprio come sul tuo computer, questi file sono stati memorizzati da qualche parte in modo che tu possa accedervi. Tuttavia, invece del tuo disco rigido, erano su un altro computer, un cosiddetto server.

I server sono più potenti del tuo laptop (quindi possono gestire molte persone che accedono al sito Web contemporaneamente), tuttavia, è composto dalle stesse cose di una CPU, memoria e altri componenti. Ha anche un sistema operativo, di solito basato su Linux.

Il proprietario del server lo affitta alla persona che possiede il sito Web che stai visualizzando e fornisce anche altri servizi come gestione del server, supporto, scansione del malware, backup e così via. Il processo di fornitura di questa infrastruttura per altri è chiamato web hosting. La persona che lo fa si chiama provider di hosting.

Tutto chiaro finora? Bene, quindi approfondiamo maggiori dettagli.

Quali tipi diversi di Web Hosting esistono?

mostrando diversi tipi di web hosting - condiviso vs vps vs dedicato

L’hosting web è più di una cosa. Prima di tutto, la maggior parte degli host offre pacchetti di servizi multipli che possono essere molto diversi in termini di prezzo e di ciò che ottieni.

Tuttavia, una delle prime e più basilari decisioni che devi prendere è decidere su uno dei diversi tipi di hosting.

Mentre ci sono diversi modi per distinguere le offerte di web hosting (caratteristiche, livello di gestione), i modi più elementari sono guardare la tecnologia utilizzata per il server.

Questo ha senso perché, come vedrai di seguito, quella parte determina anche molti altri fattori come prestazioni, sicurezza, scalabilità e livello di sforzo dalla tua parte.

Poiché questo fa davvero la differenza, invece di guardare prima le aziende e i prezzi, è meglio concentrarsi prima di capire quale dei diversi tipi di web hosting è il tipo giusto per te. Successivamente, puoi ancora vedere ciò che è disponibile.

Di seguito esamineremo da vicino quattro dei più comuni tipi di hosting: condiviso, VPS, dedicato e cloud hosting. Quindi sai come prendere la decisione per te stesso.

1. Hosting condiviso – Ideale per i principianti

Hosting condiviso

L’hosting condiviso è esattamente quello che sembra. Con un account di hosting condiviso, il tuo sito si trova sullo stesso server di un gruppo di altri siti Web.

Quanti sono un gruppo? Dipende molto dalla configurazione e dal provider di hosting. Tuttavia, non è insolito che un sito abbia spazio con centinaia e persino migliaia di altri.

Professionisti

Il più grande vantaggio di questa opzione è che condividi anche il costo di un server con molte persone. Se il provider di hosting può mettere diverse centinaia o migliaia di client su un unico server, ciò consente loro di distribuire i costi operativi tra molte parti.

Questo è anche il motivo per cui l’hosting condiviso è il più conveniente. Puoi averlo a un prezzo economico di $ 2 al mese con il costo medio nell’intervallo $ 5- $ 10 al mese. Ottimo per le persone con fondi limitati e quelli che hanno appena iniziato.

A parte questo, con un account di hosting condiviso, di solito sei completamente curato in termini di installazione. C’è molto poco da configurare, quindi puoi concentrarti completamente sulla costruzione del tuo sito web.

Contro

La condivisione del server con molte parti, tuttavia, è anche il principale svantaggio di questo accordo. Come accennato, un server è un computer con risorse come spazio sul disco rigido, velocità della CPU e RAM.

VPS-vs-Shared

Queste risorse sono limitate. Proprio come il tuo laptop rallenta quando esegui troppi programmi contemporaneamente, quindi fai queste macchine quando hanno troppo da fare.

Poiché tutti i siti Web su un host condiviso richiedono risorse del server, è possibile che si verifichino problemi se uno di essi registra tutta la potenza di elaborazione attraverso un aumento del traffico o un codice difettoso. Ciò lascia tutti gli altri a competere per il resto, portando a tempi di inattività (il che significa che il tuo sito Web non è raggiungibile) o a ridurre la velocità di caricamento.

È un fenomeno chiamato “cattivo effetto vicino” e uno dei motivi principali per cui l’hosting condiviso è il più problematico dei diversi tipi di web hosting. Mentre molti host cercano attivamente di evitare questo scenario, è un rischio che si corre con questa particolare configurazione. Dopotutto, se ogni cliente paga $ 5 al mese, vale davvero la pena spendere ore di supporto su un singolo cliente? Non proprio.

Per chi è?

Quindi l’hosting condiviso è mai una buona idea? Sì! Può essere ottimo per i siti di alloggi che non ricevono molto traffico (ancora), siti di brochure statiche, siti di sviluppo e test, siti personali o altri siti Web in cui il tempo di attività non è un problema.

L’hosting condiviso è anche un’ottima opzione se hai un budget molto limitato. Consente alle aziende di creare una presenza sul Web anche se non sono nella posizione migliore per farlo. Come tale hosting condiviso è uno strumento estremamente importante per l’uguaglianza sul web.

Alcuni degli host più noti in questo segmento sono Bluehost, Siteground e InMotion Hosting.

Ulteriori letture consigliate: gli 8 migliori provider di hosting web economici

2. Hosting VPS – Hosting condiviso di livello successivo

Hosting VPS

VPS è l’acronimo di Virtual Private Server. È il più equilibrato tra i diversi tipi di web hosting. Un server VPS è ancora un ambiente condiviso, ma il modo in cui è impostato è molto diverso.

Mentre tutti i siti su VPS condividono un server fisico, ospita più macchine virtuali separate. Questo lo rende una sorta di via di mezzo tra l’hosting condiviso e ottenere il proprio server dedicato.

Professionisti

VPS è molto più affidabile e stabile dell’hosting condiviso. Prima di tutto, di solito è limitato a 10-20 siti Web per server. Ciò riduce la domanda sul server in sé.

Tuttavia, il vero miglioramento è che tutte le risorse sono divise in modo uniforme e nessun sito Web è autorizzato a superare il suo lotto. Una volta raggiunto il limite di ciò che ti è stato assegnato, il tuo sito potrebbe ridursi ma gli altri rimarranno stabili.

Ciò si ottiene tramite macchine virtuali che creano una separazione all’interno del server. Questa semplice aggiunta mitiga la maggior parte dell’effetto cattivo vicino.

Un altro grande vantaggio dei server VPS è che offrono maggiore flessibilità e consentono di personalizzare il proprio ambiente. Sugli host condivisi, ciò non è possibile perché cambierebbe anche la configurazione di tutti gli altri. Poiché il tuo account è contenuto in una macchina virtuale, puoi apportare modifiche senza influire sugli altri.

Infine, VPS è scalabile. Dato che stai eseguendo una macchina virtuale che richiede una percentuale delle risorse disponibili sul server, aumentare ciò che è disponibile per te non è affatto un problema. Questo è un grande conforto per gli imprenditori che si aspettano che i loro siti crescano e prosperino.

Contro

Non ci sono troppi aspetti negativi per questo tipo di hosting. La cosa più importante è, ovviamente, che costa di più rispetto alle soluzioni di livello inferiore. Quindi, se hai un budget limitato, devi trovare una soluzione che funzioni per te monetariamente.

Tuttavia, mentre il VPS medio costa circa $ 50 al mese (e può scalare fino a $ 200), è possibile ottenere il VPS da circa $ 20 al mese. Inoltre, una volta raggiunti i livelli più alti di questo tipo di web hosting, probabilmente stai facendo abbastanza soldi per coprire facilmente i costi.

Una seconda cosa sull’hosting VPS è che con una maggiore potenza di configurazione derivano anche maggiori responsabilità. Se non sai cosa stai facendo, è possibile rimuovere file o software cruciali senza saperlo. Quindi, per sfruttarlo davvero, devi essere istruito.

Per chi è?

Se hai i soldi, ti consigliamo di aggiornare al VPS il prima possibile. Sebbene sia più costoso, anche il livello più basso è in genere molto meglio di qualsiasi soluzione di hosting condiviso.

Al più tardi quando inizi a ricevere discrete quantità di traffico, dovresti fare la mossa? Tuttavia, assicurati di controllare i dettagli di ciò che stai ottenendo (costi di installazione, potenza della CPU, memoria, spazio di archiviazione, larghezza di banda) in modo da sapere che è ciò di cui hai bisogno.

Alcune soluzioni VPS note e rispettate sono offerte da inMotion Hosting e Dreamhost.

3. Hosting dedicato – Per le grandi leghe

Hosting dedicato

Come già suggerisce il nome, l’hosting dedicato significa semplicemente questo: hai un server tutto per te. Ciò offre numerosi vantaggi, ma presenta anche alcuni aspetti negativi.

Professionisti

Prima di tutto, uno dei principali vantaggi dell’hosting dedicato è che annulla tutti i problemi dei vicini cattivi semplicemente perché non ce ne sono. Nessun altro sito web può rubare le tue risorse, rappresentare un rischio per la sicurezza o causare altri problemi. Questo lo distingue dai diversi tipi di web hosting di cui abbiamo discusso in precedenza.

Inoltre, poiché hai un computer da solo, molte aziende ti consentono di personalizzarlo ampiamente. Potresti essere in grado di scegliere il sistema operativo, la quantità e il tipo di memoria e altri elementi hardware. Questo ti dà molta flessibilità.

Contro

Naturalmente, questo tipo di installazione ha un costo. Noleggiare un server dedicato non è economico. I prezzi partono da $ 60 / al mese e arrivano fino a $ 350 + / al mese. Tuttavia, nel momento in cui la tua azienda necessita di un server dedicato, probabilmente dovresti essere in grado di sostenere i costi.

Oltre a ciò, in realtà è necessario conoscere un po ‘di computer e tecnologia server. Sebbene esistano soluzioni di hosting dedicate gestite, dovrai comunque fare molto da solo.

Sul lato estremo delle cose, potresti ottenere un servizio completamente non gestito in cui dovrai installare tu stesso il sistema operativo, per non parlare di tutti gli strumenti necessari per eseguire un server web, fornire scansioni di sicurezza, rimozione di malware e così via. In alternativa, puoi anche assumere un amministratore del server. Tuttavia, ciò comporta costi aggiuntivi.

Inoltre, con un server dedicato, metti tutte le uova nello stesso paniere. Se il suo hardware non riesce, il tuo sito è fuori. In altre disposizioni, altri moduli possono subentrare in caso di guasto o essere sostituiti automaticamente. Con server dedicati, soprattutto se li stai monitorando da soli, questo potrebbe richiedere più tempo.

Per chi è?

Qualcuno ha mai bisogno di hosting dedicato? È discutibile. Nel mondo di oggi con il cloud VPS che sta prendendo piede, la necessità di avere il proprio server sta diminuendo. Certo, può richiedere molti più hit rispetto a un VPS tradizionale, tuttavia, in termini di scalabilità, non è affatto vicino a qualcosa che un sistema basato su cloud potrebbe fornire (più su quello che segue).

A parte questo, un VPS di fascia alta può essere molto più economico di un server dedicato di fascia bassa e anche molto più potente. Non farti ingannare nel pensare che il dedicato sia un’opzione più avanzata solo perché sei l’unica persona sul server. Guarda invece le risorse a tua disposizione, questo è ciò che conta davvero.

Quindi, tra i diversi tipi di web hosting discussi qui, questo è il meno probabile che tu abbia bisogno. Le uniche due volte in cui vorremmo dire che dovresti assolutamente optare per un server dedicato è se hai esigenze altamente specializzate in termini di hardware o desideri un controllo molto maggiore sulla privacy dei tuoi dati rispetto a qualsiasi altro luogo.

Alcuni dei migliori host dedicati sono LiquidWeb, GreenGeeks e PickaWeb.

4. Cloud Hosting – Il futuro dell’hosting web

Cloud hosting

L’hosting cloud è essenzialmente lo stesso dell’hosting VPS in quanto hai anche il tuo sito su una macchina virtuale.

Tuttavia, invece di un server fisico, il tuo sito fa parte di un’intera rete di computer da cui può trarre tutta la potenza di cui ha bisogno in modo dinamico.

Questo tipo di installazione sta diventando più comune. Alcune aziende non chiamano più nemmeno il loro servizio VPS, ad esempio Cloud o Cloud VPS.

Professionisti

Uno dei maggiori vantaggi dell’hosting cloud è la scalabilità. Un VPS tradizionale può essere ridimensionato, ma solo fino a un certo punto. È limitato dalla capacità dell’hardware su cui è acceso. Su un server con 32 GB di RAM, il tuo sito non sarà mai in grado di accedere a 64 GB, se necessario.

Questo non è il caso di un sistema basato su cloud. Invece di partizionare un computer in più macchine virtuali, combina diversi computer in un potente server virtuale che può quindi fornire le sue risorse in base alle necessità. Per quanto il tuo sito richieda, questo è quanto può ottenere.

Inoltre, ti vengono addebitate solo le risorse effettivamente utilizzate. Questa può essere una soluzione migliore rispetto al pagamento di un prezzo fisso per un server dedicato di cui non si utilizza mai l’intera capacità.

Questo tipo di installazione è buona anche per motivi di sicurezza, in particolare gli attacchi DDoS. In questi tipi di hack, il server è sopraffatto da una miriade di richieste parallele fino a quando non si blocca. In una rete cloud, è possibile distribuire tali richieste su molti computer diversi e mitigarne gli effetti molto meglio rispetto a qualsiasi sistema a server singolo.

Contro

Il principale svantaggio del cloud hosting è che i costi non sono sempre completamente prevedibili. Molti provider di cloud hosting lavorano con un mix di tariffe fisse e commissioni pay-as-you-go. Nel caso in cui si verifichino picchi di traffico, ciò può aumentare notevolmente i costi. Anche se questo di solito significa anche che stai guadagnando meglio e puoi, quindi, sostenere i costi, è qualcosa da tenere a mente.

Per chi è?

cloud_hosting

I sistemi cloud sono fantastici se vuoi essere in grado di ridimensionare il tuo sito Web molto più lontano rispetto ai sistemi tradizionali. In futuro, probabilmente sostituirà le opzioni condivise e dedicate man mano che la tecnologia diventerà più avanzata.

Detto questo, a questo punto, non fa alcuna differenza se cerchi VPS o cloud hosting. Molte aziende stanno comunque sostituendo il loro sistema regolare con VPS basato su cloud semplicemente per i vantaggi che offre anche a loro. Quindi, anche se scegli un VPS semplice, potresti utilizzare l’hosting cloud senza saperlo.

Alcuni host noti che forniscono hosting cloud sono Dreamhost, Google Cloud Platform, Amazon Web Services e Linode.

Quale dei diversi tipi di web hosting è per te?

La scelta di un pacchetto di hosting può essere piuttosto difficile e prende molta considerazione. Tuttavia, il primo passo è comprendere i diversi tipi di hosting disponibili. Spero che questo articolo ti abbia fornito le basi per farlo.

Se hai appena iniziato (ad esempio quando crei il tuo primo blog / sito), è assolutamente perfetto utilizzare l’hosting condiviso. È sempre possibile passare a una configurazione più potente in un secondo momento. Solo se sai già che il tuo sito ha esigenze che l’hosting condiviso non può soddisfare, dovresti esaminare altre opzioni fin dall’inizio.

Una volta che hai preso una decisione, ha senso guardare un gruppo di aziende. Ti consigliamo di controllare i nostri host più votati per trovare quelli migliori. Guarda cosa c’è in offerta e confronta RAM, spazio su disco, utilizzo di CDN, larghezza di banda e altre risorse quantificabili. Dai un’occhiata a tutte le funzionalità aggiuntive di cui hai bisogno.

Alla fine del processo, dovresti avere 2-3 preferiti a quel punto si ridurrà alle preferenze personali. Forse una breve chiacchierata con supporto – per valutare la loro disponibilità – farà molto.

Hai bisogno di ulteriori letture sul web hosting? Dai un’occhiata ad articoli come dove registrare il nome di dominio e le opzioni per il costruttore di siti Web per creare il tuo sito.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map