Guida di Shopify per il 2020 (Come configurare Shop From Scratch)

Shopify, la società canadese di e-commerce che celebra il suo 15 ° anniversario nel 2020, è seriamente intenzionata a sottrarre quote di mercato al più grande negozio online del mondo.


Questa startup tecnologica può davvero affrontare il gigante dell’e-commerce Amazon? L’imprenditore tecnologico tedesco Tobias Lutke, fondatore di Shopify, non ha ancora raggiunto i 40 anni, ma sembra essere sulla buona strada per diventare il prossimo Jeff Bezos, ed è sicuramente incoraggiato dal potenziale che vede negli Stati Uniti, un Paese in cui le piccole e medie imprese svolgono attualmente il 98 percento di tutte le attività commerciali.shopify web dev

Mentre è vero che i grandi nomi di e-commerce come Amazon stanno diventando più grandi, la verità è che i proprietari di piccole operazioni di negozi online stanno collettivamente allontanando la quota di mercato dai grandi marchi e lo fanno grazie alle piattaforme di e-commerce come Shopify, che fornisce tutto da siti web per gestione delle scorte e da catena di fornitura fino al carrello della spesa. Con un negozio Shopify correttamente configurato, le tue possibilità di raggiungere il successo del commercio online possono essere notevolmente aumentate e seguendo i passaggi di questa guida per principianti ti avvicinerai a questo obiettivo.

Per avere un’idea di quanto Shopify sia serio nella competizione con Amazon, considera quanto segue: a metà del 2020, la società svolgerà spot televisivi in ​​dodici mercati nordamericani e la campagna si concentrerà su come i potenziali imprenditori di e-commerce possono iniziare rapidamente con creazione di un negozio Shopify.

Oltre a questi spot televisivi, che presenteranno un “lasciati diventare un tema aziendale”, Shopify promuoverà anche il suo marchio su stazioni radio, canali di social media e prese video digitali.

Negozio di e-commerce

Ecco cosa dovresti sapere su Shopify nel 2020: è il più grande negozio online basato su cloud per le persone che vogliono impostare le proprie operazioni di vendita al dettaglio su Internet. Se ti piacciono gli acquisti su Internet oltre Amazon e eBay, ci sono buone probabilità che l’ultimo negozio online che hai visitato fosse un negozio Shopify; dopo tutto, oltre mezzo milione di proprietari di e-commerce operano su questa piattaforma.

Come utilizzare questa guida per principianti di Shopify

Questa guida ti guiderà passo-passo attraverso il processo di conoscenza del servizio. Anche se hai già familiarità con la vendita al dettaglio su Internet, non è consigliabile saltare a sezioni che potresti voler esaminare prima. Alla fine arriveremo al pannello di amministrazione / dashboard, ma non vorrai perdere importanti passaggi lungo il percorso.

Scelta del tema del tuo negozio online Shopify

Lo shopping online è un’attività altamente visiva, quindi ti consigliamo di personalizzare il tema del tuo negozio prima di aggiungere prodotti.

Puoi scegliere tra centinaia di temi Shopify gratuiti e premium con diversi livelli di configurazione e non devi preoccuparti della codifica. Questo è un buon momento per sfogliare il negozio di temi Shopify e iniziare a pensare alle opzioni premium per il futuro perché offrono una maggiore personalizzazione della gamma insieme all’assistenza clienti.

Non dimenticare di valutare le recensioni sui temi che ti interessano – alcuni di essi hanno punti di forza di e-commerce mobile che altri potrebbero non avere. A meno che tu non sia assolutamente sicuro che i tuoi potenziali acquirenti faranno acquisti solo da desktop e laptop, dovresti lavorare solo con temi reattivi che funzionano bene su smartphone e tablet.

Per visualizzare l’anteprima del tema, fare clic o toccare sul “Visualizza demo” pulsante. Per impostarlo come tema del tuo negozio, fai clic o tocca “Pubblica come tema del mio negozio”. Puoi sempre tornare indietro e cambiare tema se scegli di farlo, ma non prima di giocare con le impostazioni e avere un’idea di come funzionano.

Modifica del impostazioni del tuo negozio online Shopify Se sei il tipo di persona a cui piace armeggiare, probabilmente passerai un po ‘di tempo nella sezione della guida per principianti. Prima di entrare nell’attuale meccanismo di modifica del negozio, stabiliamo la linea di fondo del motivo per cui dovresti modificare le impostazioni del tuo negozio: non vuoi che il tuo negozio assomigli a una ripetizione e-commerce di migliaia di altri negozi gestiti da proprietari che non si sono preoccupati di personalizzare i loro temi.

Quello che dovresti tenere a mente quando personalizzi il tuo tema è esperienza utente + marchio.

shopify store resdiign

Prima di iniziare a modificare le impostazioni del tema, creane un duplicato selezionando questa opzione dall’icona a tre punti nell’angolo in alto a destra della schermata del tema. Inizia a fare cambiamenti visivi che riflettano il tuo marchio; alcune idee al riguardo includono la scelta di colori e caratteri che si mescolano bene con il tuo logo e con le immagini dei prodotti che intendi vendere.

Temi gratuiti e a pagamento

Ti consigliamo anche di immaginare come i visitatori guarderanno il tuo negozio e come navigheranno e scorreranno attraverso il sito. Mettiti nei loro panni, per così dire. Temi gratuiti non offrono la stessa flessibilità come loro controparti premium, e questo è qualcosa da tenere a mente.

Pensa al posizionamento degli elementi della pagina e se sono favorevoli a una piacevole esperienza di acquisto. L’icona del carrello, ad esempio, è un elemento che potresti voler spostare in modo che sia possibile accedervi facilmente senza essere invadente.

Poiché hai salvato un duplicato del tuo tema, ora puoi usarlo per condurre alcuni test A / B. Mostra una versione del tuo sito eCommerce di Shopify ad alcuni amici o parenti e la versione personalizzata ad altri.

Prendi nota delle loro reazioni e opinioni, in particolare per quanto riguarda il modo in cui fluiscono attraverso il negozio. Ricorda che promuoverai il tuo negozio da siti esterni.

Se, ad esempio, indirizzi principalmente il traffico da un blog WordPress, vorrai personalizzare il tema in modo che corrisponda all’aspetto del sito da cui proviene il traffico. A tal fine, gli utenti intelligenti di Shopify che indirizzare il traffico da Instagram spesso usano temi scuri e immagini quadrate che ricordano le foto del social network. L’idea è quella di promuovere la continuità visiva dalla sorgente del traffico fino al carrello.

Con i temi Shopify, dovresti sempre avere in mente un obiettivo visivo. Un rivenditore autorizzato di prodotti Los Angeles Lakers, ad esempio, dovrebbe giocare con il layout in modo che evidenzi le combinazioni di colori giallo e viola. Non dimenticare di posizionare strategicamente i pulsanti di condivisione dei social media nel tuo negozio.

Aggiunta di prodotti al tuo negozio Shopify

Per quelli di voi con precedenti esperienze di eCommerce, sarete felici di sapere che il processo di aggiunta di prodotti al vostro sito Shopify è molto più facile e intuitivo rispetto alla creazione di numeri di identificazione standard di Amazon. In sostanza, l’aggiunta di un nuovo prodotto può essere eseguita dalla schermata principale della dashboard; troverai l’opzione per farlo dopo aver fatto clic o toccato il pulsante “Prodotti” sul lato sinistro, seguito dal pulsante “Aggiungi un prodotto” nell’angolo in alto a destra.

Nella maggior parte dei casi, i prodotti Shopify consistono in due campi di testo: titolo e descrizione, ma la loro importanza non può essere sottovalutata in termini di ottimizzazione dei motori di ricerca. La buona notizia a questo proposito è che questa piattaforma gode già di un vantaggio SEO simile a quello di WordPress.

Il vantaggio SEO di Shopify

A Google piace questa piattaforma di e-commerce a causa di fattori SEO integrati, tra cui la sua sicurezza, la funzionalità del carrello del layout del tema e altri. Spetta a te fornire tag di titoli e descrizioni dei prodotti SEO-friendly, e questo significa scrivere per potenziali acquirenti e non per i crawler dei motori di ricerca.

Configurazione del prodotto Shopify

Quando scrivi le descrizioni dei prodotti, includi un mix salutare di funzionalità e vantaggi. Invece di pensare a quanto velocemente puoi attirare visitatori nella pagina del carrello, pensa a come possono essere assorbiti nelle sezioni dei prodotti del tuo negozio.

Più i visitatori trascorrono sulle pagine dei prodotti, più bassa sarà la frequenza di rimbalzo e questo aumenterà il posizionamento dei tuoi prodotti nella pagina dei risultati del motore di ricerca di Google (per non parlare, crea fiducia con il tuo pubblico). Noterai che il flusso di lavoro di immissione del prodotto ha alcune sezioni in cui è possibile inserire informazioni e una buona regola empirica a questo proposito è quella di fornire quanti più dati possibile.

Gli acquirenti di e-commerce prosperano informazione, quindi dovresti sfruttare ogni tag e ogni campo. Non tutte le informazioni saranno visibili agli acquirenti, ma potrebbero essere raccolte dai crawler dei motori di ricerca.

Ingrandimento di immagini di ShopifyImmagini dei prodotti Shopify: alcuni suggerimenti

Shopify offre funzionalità simili ad Amazon e ad altre piattaforme di eCommerce: gli acquirenti possono spostare i puntatori del mouse sulle immagini dei prodotti per un’esperienza di zoom automatica. Per ottenere il massimo da questa elegante funzionalità, le foto caricate dovrebbe avere la massima risoluzione possibile.

Inutile dire che le immagini dei tuoi prodotti sono assolutamente essenziali per trasformare gli acquirenti occasionali in acquirenti e clienti a lungo termine. per questo motivo, dovresti prendere l’abitudine di caricare immagini di alta qualità che trasmettono le migliori caratteristiche dei tuoi prodotti. L’uniformità è fondamentale durante la progettazione del tema del tuo negozio, cerca di far sì che tutte le tue immagini seguano le stesse dimensioni e forme, preferibilmente quadrate.

Le immagini che carichi non devono essere in un ordine specifico, ma organizzarle in raccolte è una buona pratica a cui dovresti abituarti. Le raccolte sono gruppi di prodotti che gli acquirenti possono trovare più interessanti quando vengono visualizzati insieme rispetto a quando sono separati.

Idealmente, le collezioni dovrebbero essere realizzate secondo la logica della vendita al dettaglio; per esempio, un negozio autorizzato a vendere �� merchandising NBA �� può creare collezioni per ogni squadra, oppure possono essere costituiti da oggetti in vendita, oppure possono essere raggruppati per conferenze durante i playoff … Fondamentalmente, qualsiasi combinazione di prodotti ai quali gli acquirenti presterebbero attenzione.

La linea di fondo delle collezioni è che possono semplificare la vita agli acquirenti che preferiscono un’esperienza più amichevole rispetto alla navigazione attraverso un catalogo di prodotti un articolo alla volta. Queste raccolte possono essere posizionate nei menu di navigazione del tema per un facile accesso.

Prezzi, carrello e inventario

Questo è forse l’aspetto più tecnico della creazione della tua impresa Shopify, ma è ancora molto più facile che farlo attraverso il mercato FBA di terze parti su Amazon. Il prezzo dei tuoi prodotti dipende interamente da te; non c’è motivo di preoccuparsi che Amazon ti offra con offerte speciali per i suoi membri Prime e puoi controllare completamente quando gli articoli vengono messi in vendita.

Ci sono solo tre campi di prezzo che puoi gestire dal pannello di amministrazione: prezzo, confronto e addebito delle tasse. Per quanto riguarda quest’ultima, dovrai ricercare le leggi sul commercio e sulla vendita al dettaglio che corrispondono alle giurisdizioni in cui prevedi di fare affari e non dimenticare che la riscossione delle imposte sulle vendite implica che dovrai rimetterle a un’autorità fiscale.

Il campo del prezzo si spiega da sé, a meno che non si desideri mostrare agli acquirenti che stanno ottenendo uno sconto sui prodotti selezionati; in questo caso, dovresti usare il “Confronta al prezzo“In quanto incoraggerà gli acquirenti a spostarsi rapidamente verso il carrello e le sezioni di pagamento.

Il processo di selezione del gateway di pagamento dovrebbe tener conto di più delle semplici commissioni e commissioni di transazione. Molti nuovi arrivati ​​sceglieranno i pagamenti Shopify, e questa è una buona scelta.

Tuttavia, se vendi accessori per iPhone, ad esempio, potresti voler abilitare Apple Pay in modo che gli acquirenti si sentano a loro agio dopo aver fatto clic sull’opzione di pagamento della sezione del carrello. PayPal è un altro gateway popolare e potresti trovarlo comodo se è così che intendi ricevere i tuoi pagamenti o se hai già un account commerciante PayPal.

Almeno, la tua scelta di gateway di pagamento dovrebbe accettare MasterCard e Visa, ma potresti anche prendere in considerazione una soluzione che può elaborare token di criptovaluta, come Bitcoin, per accogliere acquirenti più sofisticati o con occhi stellati. �� ��

Selezione del gateway di pagamento di Shopify

“Altro” per trovare e attivare il gateway fasullo per i test. Troverai le istruzioni su come utilizzare questo strumento di test, che ti richiederà di inserire un numero di carta di credito specifico impostato da Shopify a tale scopo.

Oltre al carrello, dovrai iniziare a pensare all’inventario e alle questioni di spedizione. Gli e-book e altri prodotti digitali che non richiedono la consegna fisica devono essere indicati come tali per garantire che la casella di controllo appropriata non sia contrassegnata e puoi trovare questa opzione nella sezione “Inventario e varianti“Sezione della pagina dei tuoi prodotti.

Gli articoli che non richiedono la consegna non richiedono l’inserimento dei pesi di spedizione; tuttavia, tutti gli altri elementi lo faranno. Se il tuo catalogo prodotti è piccolo, pesare ogni articolo e inserire i dati corrispondenti è facile. In caso contrario, è meglio ottenere queste informazioni dal produttore o dal distributore.

I pesi dei prodotti sono legati alle tue tariffe di spedizione, che puoi impostare dal “impostazioni” e “spedizione“Sezione del tuo pannello di amministrazione. Una volta che inizi a costruire un inventario più grande, dovrai creare un sistema di numerazione delle unità di scorta (SKU) per motivi di organizzazione e potresti trovare più facile aggiungere nuovi prodotti utilizzando un file con valori separati da virgola (.csv), di che puoi scaricare la struttura Shopify corretta dalla “Importare“Nell’opzione”Aggiungi un prodotto” menù.

Sistemi di inventario di Shopify

Quando si configura il sistema di inventario, provare ad astenersi dall’utilizzare i codici a barre del prodotto come numeri SKU a meno che non siano stati ottenuti da soli. I produttori di prodotti, gli inventori e i distributori esclusivi possono utilizzare i codici a barre che ordinano per i loro articoli unici come SKU perché hanno il controllo al dettaglio sugli articoli, ma questo non è il caso dei commercianti di terze parti.

Alcune delle SKU più efficaci da gestire sono alfanumeriche; poche lettere del marchio seguite da tre numeri dovrebbero essere sufficienti per creare una sequenza che faciliterà l’analisi dei rapporti sulle attività di vendita al dettaglio.

Assegnare un dominio al tuo negozio

Tutti i nuovi negozi ottengono gli indirizzi myshopify.com al momento della creazione. Prima di andare a vivere con il tuo negozio, vorrai aggiungere un dominio, preferibilmente uno che utilizzerai per scopi di marketing e promozione.

Quando sei pronto per questo passaggio, le opzioni includeranno la connessione, il trasferimento o l’acquisto di un nuovo dominio. Se scegli quest’ultima opzione, tieni presente che avrai a che fare con il registrar di domini e i fornitori di servizi di hosting che Shopify ha selezionato come partner commerciali e potrebbero non offrire necessariamente quello che stai cercando.

assegnazione dominio su shopify

La tua scommessa migliore sarà sempre quella di ottenere il dominio del negozio da solo, e per questo devi valutare diversi registrar di domini in base alle recensioni di cui ti puoi fidare. Naturalmente, selezionare il nome giusto per il dominio del tuo negozio è fondamentale, il che significa che dovresti dedicare un po ‘di tempo a pensare di effettuare la chiamata giusta.

Per connettere un dominio, vai al pannello di amministrazione del tuo negozio e fai clic o tocca su Ammin – Impostazioni – Domini. Non dimenticare di tornare al tuo amministratore di hosting web cPanel per aggiornare le impostazioni DNS in modo che corrispondano a quelle di Shopify, che sono 23.227.38.32.

Considerazioni finali su Shopify

Che tu sia nuovo nel mondo dell’eCommerce o che provenga da Amazon Marketplace, troverai Shopify come una soluzione completa. Come puoi trarre da questa guida per principianti, partire da zero è facile: una volta che ti senti a tuo agio e inizi a guardare sotto il cofano, ti renderai conto di aver fatto la scelta giusta.

Sebbene Shopify sia noto soprattutto come soluzione per i proprietari di piccole imprese, la realtà di questa piattaforma di eCommerce cloud è che può gestire qualsiasi cosa, da una catena di produzione alla logistica in entrata e dal dropshipping avanzato alla logistica in uscita. Il tuo negozio può ridimensionarsi in modo significativo se le tue vendite iniziano alle stelle, anche se potresti dover mantenere i servizi di uno sviluppatore una volta raggiunto questo livello.

Sebbene questa piattaforma stia emergendo in termini di riconoscimento da parte dei principali motori di ricerca come Google, i potenziali operatori del negozio non dovrebbero fare affidamento esclusivamente sulla SEO per guidare le vendite; quasi tutte le storie di successo di Shopify coinvolgono campagne di marketing online intelligenti e laboriose.

FAQs

Q: Puoi usare dropshipping su Shopify?

UN: Il modello aziendale dropshipping è fortemente supportato. In effetti, app come Oberlo lo rendono molto semplice, il che significa che puoi iniziare senza inventario dei prodotti o persino un magazzino.

Partner Shopify Oberlo

A seconda del metodo di dropshipping scelto, la spedizione e la gestione saranno gestite dal partner commerciale a un costo molto ragionevole.

D: Hai bisogno di una licenza commerciale per iniziare a vendere su Shopify?

UN: In alcuni casi, non avrai bisogno di una licenza commerciale per iniziare; tuttavia, se hai intenzione di costruire un marchio e prevedi di guadagnare entrate oltre un certo livello che attiverà la tassazione, potresti consultare un contabile o un professionista legale per discutere di questioni di conformità. In altri casi, i tipi di prodotti che intendi vendere potrebbero richiedere di ottenere licenze e certificati da agenzie di regolamentazione in alcune giurisdizioni.

D: Quanto tempo ci vuole per essere pagato da Shopify?

UN: I pagamenti possono essere accreditati sul tuo conto PayPal o bancario non appena 24 ore dopo la cancellazione di una transazione di acquisto, ma potresti voler dare loro un paio di giorni.

D: Cos’è un partner Shopify?

UN: Le società che forniscono servizi commerciali e di vendita al dettaglio agli utenti di e-commerce di questa particolare piattaforma sono partner commerciali preferiti. Alcuni partner offrono servizi di sviluppo, app per migliorare l’esperienza di gestione del negozio, dropshipping, elaborazione dei pagamenti e altri.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me

About the author

Adblock
detector