Come eseguire il backup e il ripristino di WordPress in modo sicuro ��️

Una guida per backup gratuiti, facili e sicuri per WordPress.


Che il tuo sito WordPress sia un business, un negozio online o un blog, c’è una caratteristica di cui avrà sempre bisogno: la necessità di eseguire il backup!

In un’era in cui hacking, malware e malfunzionamenti del server sono tutti un rischio crescente, i backup del sito sono diventati una necessità, piuttosto che solo un’opzione. Senza un plug-in di backup audio in atto, tutto il duro lavoro che metti nel tuo WordPress è in costante pericolo di perdersi.

Per qualsiasi sito che valga la pena, questo non è semplicemente un rischio che vale la pena correre. Ma fortunatamente per te, ci sono molti plugin WordPress efficaci, semplici e gratuiti che eseguiranno il backup del tuo sito Web e ti daranno la protezione di cui hai bisogno.

Solo negli ultimi 2 anni, un incredibile 91% di server ha subito arresti non pianificati, cancellando migliaia di siti senza backup. I siti Web aziendali sono stati colpiti in modo particolarmente duro, perdendo (in media) decine di migliaia di dollari di entrate. Quando la soluzione a perdite come queste è gratuita, davvero non puoi permetterti di non effettuare il backup! Fortunatamente, siamo qui per mostrarti come far funzionare questi plugin per te e il tuo sito web.

Backup Guard: protezione diretta

migrare il backup di wordpress

Se stai cercando di eseguire i backup nel modo più rapido e semplice possibile, non guardare oltre il plug-in Backup Guard gratuito.

Backup Guard: una panoramica

Essendo uno dei plugin WordPress più utilizzati e più votati, è chiaro che questo semplice sistema di backup funziona. È raro trovare le funzionalità di backup e ripristino in un pacchetto breve e gratuito. Alcune delle sue caratteristiche principali includono:

  • Backup manuali senza limiti
  • Opzione di backup personalizzata: file, database o entrambi
  • File di backup compatibili con Dropbox
  • Restauri facili e veloci
  • Opzione per annullare il processo di backup
  • Supporto per più siti WordPress

Se questo suona come il sistema giusto per te, ecco come ottenerlo e come usarlo.

1. Backup Guard: installazione

Puoi installare Backup Guard facilmente dalla dashboard di WordPress. Cerca nella scheda Plugin, quindi scarica e installa. Al termine del download e dell’installazione, assicurati che sia attivato (utilizzando il pulsante Attiva) e sei pronto per iniziare.

specifiche del plugin di protezione di backup

2. Backup Guard: backup

Il primo passo di un backup sta andando a Backup nel plug-in di protezione del backup e facendo clic sul pulsante Backup, hai indovinato. Da qui dovrai nominare il backup e selezionare un tipo completo o personalizzato.

backup di backup guard

L’opzione personalizzata ti consente di scegliere tra il backup dei tuoi file o database, quindi seleziona quello che preferisci. Entrambi sono i nostri consigli, ma se lo spazio di archiviazione è un problema può avere senso provare a ridurre il volume di dati.

I backup possono anche essere caricati sul Cloud tramite un collegamento Dropbox. Per configurarlo, vai su Backup Guard > Cloud e fare clic sul pulsante ON.

Questo ti reindirizzerà automaticamente al sito Web di Dropbox dove ti verrà chiesto di autorizzare il plug-in. Fai clic su Consenti e verrai reindirizzato a WordPress con una conferma della connessione.

accesso alla protezione di backup

Nelle pagine di esempio, abbiamo selezionato il backup completo e lo abbiamo chiamato Test backup, ma il nostro consiglio sarebbe di utilizzare il mese e l’anno pertinenti per i titoli di backup, consentendoti di tenere facilmente traccia dei dati.

Quando tutto è impostato con le opzioni desiderate, fai clic sul pulsante Backup. Al termine del backup, è sufficiente scaricare e salvarlo nella posizione preferita.

3. Backup Guard: backup pianificati

Mentre questo Backup Guard rende abbastanza facile il backup manuale, l’utilizzo della funzione di pianificazione del plug-in offre tutta la sicurezza, con molto meno sforzo.

Per pianificare questi backup, accedi a Backup Guard > Pianifica, quindi attiva l’interruttore ON e dai un nome al tuo programma. Successivamente, dovrai selezionare la frequenza dei backup, ci sono opzioni tra orario, giornaliero, settimanale o mensile, quindi scegli quello che ritieni più adatto alle esigenze dei tuoi siti web. È meglio provare ad abbinare la frequenza dei backup alla frequenza di pubblicazione dei contenuti, ma in questo esempio il nostro è stato impostato su settimanale.

Backup programmati di Backup Guard

L’ultimo passaggio è selezionare un backup completo o personalizzato, più o meno come nella sezione backup manuale. Una volta che hai fatto questo e sei soddisfatto della pianificazione del backup, fai clic su Salva e il gioco è fatto!

4. Backup Guard: restauro

Non è necessario preoccuparsi se, per qualsiasi motivo, sia necessario ripristinare, il processo è semplice e diretto. Nella scheda di protezione del backup, vai alla sezione Backup. Questo ti presenterà un elenco completo di tutti i backup salvati, seleziona quello che vuoi ripristinare e fai clic sull’icona di ripristino verde.

Quando il processo è completo, controlla che tutto sia stato completamente ripristinato e avrai il tuo sito Web di backup e pronto.

Backup-con-Backup-Guard

Backup Guard … Pro

Backup guard ha anche una versione premium: Backup Guard Pro. Esistono piani di abbonamento Silver, Gold e Platinum. Gli extra di questi piani includono:

  • Selezione del file di backup, con l’opzione di esclusione di alcuni file
  • Tracciamento e-mail su backup pianificati
  • Copertura di più siti (fino a 10)
  • Servizio sito / dominio migrabile
  • Coperture multiple del servizio di archiviazione
  • Più backup pianificati
  • E altro ancora

I piani a pagamento partono da un minimo di $ 12,50 e includono un anno intero di supporto e aggiornamenti. Il piano Platinum è stato recentemente dimezzato nel prezzo e vale sicuramente la pena cercare chiunque desideri la massima protezione di backup per il proprio sito Web WordPress.

UpdraftPlus: il migliore sul mercato

Il punto di forza di Backup Guard risiede nella sua semplicità e semplicità, ma per chi ha bisogno di più spazio di manovra e capacità di personalizzazione, il piano gratuito può sembrare un po ‘restrittivo. È qui che entra in gioco UpdraftPlus e la sua maggiore flessibilità.
updraftplus

UpdraftPlus: una panoramica

Con oltre 2 milioni di installazioni attive e con una valutazione a 5 stelle, Updraft plus è probabilmente il backup WordPress gratuito più popolare disponibile, ed è regolarmente al top nella maggior parte delle recensioni comparative. Come la protezione del backup, offre sia il backup che il ripristino, ma con alcune caratteristiche chiave che gli danno un vantaggio:

  • Pianificazioni di backup facilmente automatizzate
  • Molteplici opzioni di archiviazione, come Dropbox, Cloud ecc.
  • È possibile eseguire il backup delle funzionalità dei siti come entità di archiviazione separate
  • Un sistema di pianificazione più automatizzato, i backup non riusciti vengono riprogrammati
  • Selezione del backup su elementi specifici del sito
  • Capacità di controllare dove sono archiviati elementi di backup separati
  • Restauri semplici e veloci, bassi requisiti del server

1. UpdraftPlus: installazione

UpdraftPlus può essere trovato nella dashboard di WordPress, basta andare su Plugin > Aggiungi nuovo e cerca UpdraftPlus, quindi fai clic su Installa. Una volta installato, fai clic sul pulsante Attiva, il plug-in ti offre quindi un breve tour delle sue impostazioni e opzioni.

cerca il plugin updraftplus

2. UpdraftPlus: backup

Nella sezione Impostazioni di UpdraftPlus, troverai un menu chiamato Backup / Ripristino di UpdraftPlus. C’è un pulsante di backup blu, premilo per iniziare il backup manuale.

Ripristino del backup di UpdraftPlus

Ti verrà data la possibilità di ripristinare i tuoi file, database o entrambi; selezionare un’opzione e quindi fare clic su Backup ora. In questo esempio, abbiamo selezionato entrambi.

Questo eseguirà il backup del tuo sito su un server remoto, gli verrà assegnata la data della sua creazione come nome, quindi sarà facile da trovare in seguito.

3. Pianificazione dei backup

Proprio come Backup Guard, UpdraftPlus consente di eseguire backup pianificati. Puoi trovare l’opzione per farlo nella scheda Impostazioni di UpdraftPlus, ma avrai l’opzione aggiunta di eseguire pianificazioni di backup separate per file e database.

Questa opzione ti consente di personalizzare il servizio di backup in base alle esigenze del tuo sito Web, e ciò che è meglio per te dipende da fattori come la frequenza di post e la frequenza degli aggiornamenti.

Esegui il backup del sito WordPress con UpdraftPlus

Una volta impostato il programma, dovrai selezionare un percorso di archiviazione. Seleziona la posizione, i file da includere, quindi premi Salva. Verranno visualizzati dei popup che ti consentiranno di autorizzare la connessione e, una volta fatto, la pianificazione avrà effetto.

4. UpdraftPlus: restauro.

Il ripristino con UpdraftPlus offre più opzioni e possibilità di scelta su come ripristinare. La struttura complessiva non è tuttavia molto complicata, quindi non dovrai sentirti scoraggiato da tutta la scelta disponibile!

Per iniziare il ripristino di un backup, tornare alla scheda Backup / Ripristino per un elenco di tutti i backup precedenti. Da questo, quindi selezionare i backup che si desidera ripristinare.

Fai clic sul pulsante Ripristina e ti verrà data la possibilità di selezionare cosa ripristinare esattamente; il sistema flessibile ti consente di ripristinare aspetti specifici del tuo sito WordPress, come temi, plugin, file ecc.

Quando hai selezionato cosa ripristinare, fai clic sul pulsante di ripristino e lascia che il processo venga eseguito. Una volta completato il ripristino, sarai anche in grado di scaricare i file di registro. È consigliabile farlo e, in caso di problemi, questi file renderanno molto più semplice il supporto del team di supporto di UpdraftPlus.

Restauro-successul-UpdraftPlus

UpdraftPlus … Premium

UpdraftPlus offre anche una versione premium ancora più completa, per un sito più grande con un volume maggiore e una varietà di contenuti da gestire, questo potrebbe essere più appropriato. Le funzionalità extra includono:

  • Backup del contenuto specificato
  • Migrazione del sito web semplificata
  • Compatibilità multisito
  • I backup includono contenuti non WordPress
  • Supporto gratuito da parte dei tecnici
  • 1 GB di spazio di archiviazione su UpdraftVault
  • Una maggiore varietà di applicabilità della piattaforma di archiviazione, come Amazon S3, Rackspace, OneDrive e molti altri
  • Opzioni di database estese
  • E altro ancora

A $ 70,00, il piano premium ha un prezzo più elevato rispetto a Backup guard Pro, tuttavia, il plug-in UpdraftPlus offre molta più utilità al tuo sito web. E per molti siti Web le funzionalità aggiuntive varranno sicuramente il costo aggiuntivo.

Quale plug-in è meglio per il backup di WordPress: Backup Guard o UpdraftPlus?

Entrambe le opzioni offrono la tranquillità, la sicurezza e l’utilità necessarie da un plug-in di backup. Mentre ognuno fa bene il suo lavoro, ci sono importanti distinzioni che influenzeranno ciò che è meglio per te.

Per un prodotto semplice e diretto che necessita di pochi input per fare bene il suo lavoro, Backup Guard è il plugin di scelta. È ideale per i siti più piccoli con un ritmo più lento di contenuti, la configurazione semplice e i processi semplici ti serviranno bene.

D’altra parte, se il tuo sito è più ricco di contenuti, complesso e necessita di una manutenzione più specifica, allora UpdraftPlus è la scelta ideale per te. La capacità dei plug-in di offrire una pianificazione del backup differenziata per varie funzionalità del sito e gratuitamente lo rende una risorsa vitale per i siti Web più attivi.

Backup manuali: plug-in non richiesti.

Per una serie di motivi, potresti pensare che un plug-in non sia adatto a te o al tuo sito Web o che ci sia una ragione per cui un plug-in non è disponibile per te. In questo caso, non esiste ancora alcun motivo per non eseguire il backup. Se sai come eseguire il backup manualmente, sarai comunque in grado di proteggere il tuo sito senza la necessità di plug-in, quindi ecco come farlo.

Quando si esegue il backup manualmente, il processo è duplice e sarà necessario eseguire il backup dei file del database e del sito. Per iniziare, impostare una cartella desktop per contenere il backup, con due sottoinsiemi rispettivamente per il database e i file del sito. Ancora una volta, ti consigliamo di nominare la cartella con la data del backup per risparmiare tempo a trovarla in un secondo momento! cinguettio

In questa esercitazione, gli esempi provengono da un server cPanel. Tuttavia, la maggior parte dei sistemi server ha formati simili e se si utilizza un server diverso, è probabile che non ci sia molta differenza. Cerca parole e percorsi simili e non dovresti avere problemi a trovare i dati e i file necessari per un backup.

Su un server cPanel, troverai il database nella sezione phpMyAdmin e i file saranno nella Console di gestione file.

Backup manuale: esportazione del database

Per prima cosa dovrai accedere all’interfaccia di amministrazione di cPanel (o altro server che stai utilizzando). Detto questo, molto probabilmente utilizzerai un sistema di database MySQL cPanel, poiché questo è lo standard per i siti WordPress.

Accedi al sistema MySQL e troverai il database del sito Web, fai clic con il pulsante destro del mouse e premi l’opzione phpMyAdmin (di nuovo, questo è lo standard di WordPress). Verrai reindirizzato a una nuova scheda phpMyAdmin, a sinistra verrà visualizzato un elenco di tutti i siti Web collegati a questo server.

Seleziona il sito Web di cui desideri eseguire il backup e ti verrà presentato un menu a discesa, una tabella, seleziona “Esporta”.

database di esportazione

Questo ti porterà alla console di esportazione con alcune opzioni su come procedere, selezionare il metodo di esportazione: opzioni di formattazione rapida: SQL. Dopodiché, fai clic su Vai e il download procederà, assicurati di spostarlo nella sottocartella Database nella cartella di backup in modo da poterne tenere traccia.

Ci sono alcuni casi in cui il download non sarà automatico e mostrerà invece tutti i componenti nella console online. In questo caso, basta copiarlo e incollarlo in una cartella IDE e passare alla cartella Backup.

Dopo aver eseguito il backup del database, il passaggio successivo è I file del sito.

Backup manuale: esportazione dei file del sito

Esistono due metodi principali per esportare i file del sito, il più comunemente utilizzato è tramite cPanel, ma per alcuni siti Web potrebbe essere più appropriato utilizzare FTP.

Descriveremo entrambi i metodi e potrai decidere cosa è meglio per te.

Esportazione di file del sito: metodo cPanel

Per iniziare con il metodo cPanel, vai nella dashboard del server e cerca l’opzione di gestione file.

Da qui, trova la cartella public.html e fai clic su di essa, questo dovrebbe darti la possibilità di comprimere.

Si aprirà una scheda su come si desidera comprimere il file, scegliere l’opzione di archivio .zip. Successivamente, confermare la compressione premendo Comprimi file.

Quando il processo è completo, vedrai una cartella chiamata public_html.zip, scaricala e spostala nella cartella dei file del sito che hai creato in precedenza, e verrà eseguito il backup di tutti i file!

Non dimenticare di eliminare il file .zip rimasto nel server dopo aver finito, altrimenti perderai prezioso spazio sul server!

Se per qualsiasi motivo questo metodo non funziona per te, il tuo prossimo ricorso sarà FTP.

Esportazione di file del sito: metodo FTP

Il metodo FTP, abbreviazione di File transfer protocol, è un po ‘più complesso, ma non richiede troppo tempo per abituarsi. Avrai bisogno di un servizio client per questo metodo, una buona scelta gratuita è FileZilla o Cyberduck, o può essere facilmente installato direttamente dai loro siti Web.

Ciò che questi servizi client ti consentono di fare è interfacciare direttamente tra i file del sito Web live e il tuo computer, che è la base del metodo FTP.

Per questa dimostrazione abbiamo scaricato FileZilla e il tuo primo passo sarà ottenere uno dei client.

FTP: connessione al server del sito Web

Il primo passo se trovi i dettagli di accesso FTP, ti servirà per aprire la connessione di FileZilla al server.

I dettagli sono disponibili nei file cPanel, basta cercare la sezione Account FTP e dovrebbero essere disponibili, in caso contrario, è necessario contattare la società host del server.

Quando hai questi dettagli, apri FileZilla. Ti verrà presentato un formato a due pannelli, a sinistra rappresenterà il tuo computer e a destra il server a cui sei connesso / connesso.

Per far funzionare la connessione, devi archiviare > gestore del sito. Apparirà una nuova scheda, fare clic su nuovo sito e ti verrà chiesto di dare un nome al server del sito a cui ti stai connettendo.

Per connetterti, seleziona prima il tipo di accesso normale, quindi inserisci i dettagli del server, come host (dominio), nome utente e password. Quando hai fatto questo e connesso, i dettagli verranno salvati, quindi non dovrai preoccuparti di inserirla ogni volta che vuoi accedere al server tramite FileZilla.

Quando sei tutto connesso, cerca il pannello del sito remoto, che contiene tutti i file e le cartelle dei siti web. Esiste un menu a discesa in cui troverai un file chiamato public¬_html, questo file è una raccolta completa di tutti i file del sito e di ciò che esporterai come backup.

FTP: esportazione di file WordPress

Utilizzando l’interfaccia a sinistra (quella collegata ai file del computer locale), trova la cartella di backup dei file del sito che hai creato in precedenza.

Da qui, è semplice come trascinare e rilasciare la cartella public_html dall’interfaccia a destra nei file del sito a sinistra. Ciò avvierà il processo di download, che varia nel tempo a seconda della velocità delle connessioni.

Il backup manuale è certamente un processo diverso dall’utilizzo di un plug-in e, sebbene possa sembrare più complicato, è una competenza preziosa da avere. Se per qualsiasi motivo il plug-in che stai utilizzando diventa improvvisamente non supportato, puoi stare tranquillo sapendo che esiste una soluzione di backup per i tuoi backup!

Conclusione

Il backup di un sito Web WordPress è una piccola e semplice modifica da apportare, ma nell’attuale ambiente online è diventato una necessità. Secondo recenti statistiche, quasi il 90% dei siti Web WordPress presenta notevoli vulnerabilità all’hacking; e un plug-in di backup è uno degli unici modi per proteggerti da questo.

Un backup ti darà tranquillità, sicurezza e la possibilità di rimbalzare rapidamente in caso di perdita. Non c’è mai stato un motivo in più per eseguire il backup del tuo sito e non è mai stato meno un ostacolo per farlo.

Quindi, non aspettare fino a quando non devi dire “Vorrei essere stato sottoposto a backup!”, Scarica uno dei plug-in menzionati qui (o fallo manualmente!) E fai il backup di WordPress.

Inoltre, se ti stai chiedendo come cambiare host web per il tuo sito WordPress, consulta la nostra guida su questo.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map