Bluehost vs HostGator – Quale è “effettivamente” migliore? (Revisione 2020)

Bluehost e HostGator sono due dei più grandi marchi di hosting al mondo. BlueHost vs HostGator


Abbastanza divertente, sono entrambi di proprietà della stessa azienda – Endurance International (EIG).

Dato che sono così grandi, hanno più soldi da investire nei loro server (tempo di attività e velocità), supporto, funzionalità e così via.

HostGator e Bluehost offrono entrambi tutti i tipi di servizi, dai semplici nomi di dominio all’hosting condiviso (cosa esamineremo qui), cloud hosting, server privati ​​virtuali (VPS) e persino server dedicati.

Qualche tempo fa, abbiamo aperto i nostri portafogli, pagando i piani di hosting sia per BlueHost che per HostGator. Abbiamo creato semplici siti Web di “test” per Bluehost – hostingfacts-bluerock-bluehost.com e HostGator – hostingfacts-hg.com.

Utilizzando uno strumento di terze parti come Pingdom per misurare le prestazioni tra Bluehost condiviso e HostGator condiviso siamo riusciti a raccogliere alcuni dati importanti, come velocità e tempo di attività.

Quindi Bluehost vs HostGator – quale è effettivamente migliore? Scopriamolo…

1. Qual è il più affidabile (uptime)? Bluehost …

Questo confronto si basa su dati della durata di 12 mesi.

Tuttavia, la verità è che li stiamo monitorando da oltre tre anni.

Ammetteremo:

Bluehost e HostGator non hanno sempre avuto prestazioni brillanti di uptime.

Ma alcuni anni fa, la loro infrastruttura tecnologica ha subito una profonda revisione. E i risultati da allora sono stati come una differenza di giorno e di notte.

Per molto tempo, Bluehost è stato in qualche modo in grado di offrire uptime impeccabile al limite di oltre il 99,99%. Abbiamo visto solo alcune interruzioni e quelle non sono mai durate più di qualche istante.

Finora abbiamo esaminato oltre 30 società di hosting, che hanno pubblicato un benchmark medio del settore del 99,94%. È abbastanza buono, ma le prestazioni di Bluehost lo hanno spazzato via dall’acqua.

Dai un’occhiata alla ripartizione mensile da te:

Bluehost Uptime

Il tempo medio di attività di Bluehost è di 12 mesi <99,99% con solo 44 minuti di inattività e 25 interruzioni.

Statistiche sulle prestazioni di 12 mesi di Bluhost

  • Tempo medio di attività di gennaio 2020: 100%
  • Tempo medio di attività di dicembre 2019: 100%
  • Tempo medio di attività di novembre 2019: 100%
  • Tempo medio di attività di ottobre 2019: 99,96%
  • Tempo medio di attività di settembre 2019: 99,99%
  • Tempo medio di attività di agosto 2019: 99,99%
  • Tempo medio di attività di luglio 2019: 100%
  • Tempo medio di attività di giugno 2019: 99,98%
  • Tempo medio di attività di maggio 2019: 100%
  • Tempo medio di attività di aprile 2019: 100%
  • Tempo medio di attività marzo 2019: 99,99%
  • Tempo medio di attività di febbraio 2019: 100%

HostGator Shared Uptime

L’uptime medio di HostGator è di 12 mesi <99,98% con 2 ore di inattività e 29 interruzioni.

Statistiche sulle prestazioni di 12 mesi di HostGator

  • Tempo medio di attività di gennaio 2020: 99,7%
  • Tempo medio di attività di dicembre 2019: 99,89%
  • Tempo medio di attività di novembre 2019: 100%
  • Tempo medio di attività di ottobre 2019: 100%
  • Tempo medio di attività di settembre 2019: 100%
  • Tempo medio di attività di agosto 2019: 99,99%
  • Tempo medio di attività di luglio 2019: 100%
  • Tempo medio di attività di giugno 2019: 99,99%
  • Tempo medio di attività di maggio 2019: 99,95%
  • Tempo medio di attività di aprile 2019: 99,98%
  • Tempo medio di attività marzo 2019: 99,99%
  • Tempo medio di attività di febbraio 2019: 100%

2. Quale è più veloce? Bluehost …

La velocità della pagina è seconda solo al tempo di attività.

(Dopo tutto, è difficile lamentarsi dei tempi di caricamento lenti se il tuo sito è completamente offline.)

Ma la lenta velocità della pagina può influire su di te in tutti i modi, dall’allontanamento dei visitatori dal tuo sito al sabotaggio completo delle vendite.

Alcuni anni fa, se ci avessi chiesto della velocità della pagina sia per Bluehost che per HostGator, avresti ottenuto un aspetto confuso. O una parola F profana.

Il motivo è: non è stato grandioso. Davvero davvero male. In fondo alla classifica male.

Tempo di caricamento medio condiviso di Bluehost:

Bluehost, ad esempio, ha mostrato prestazioni eccezionali con una velocità media della pagina di 368 ms negli ultimi 12 mesi.

Questo è un vantaggio rispetto al resto della competizione.

Prestazioni di velocità Bluehost

  • Velocità media gennaio 2020: 404ms
  • Velocità media dicembre 2019: 566ms
  • Velocità media novembre 2019: 365ms
  • Velocità media ottobre 2019: 478ms
  • Velocità media settembre 2019: 385ms
  • Velocità media agosto 2019: 351ms
  • Velocità media luglio 2019: 386ms
  • Velocità media giugno 2019: 415ms
  • Velocità media maggio 2019: 384ms
  • Velocità media aprile 2019: 307ms
  • Velocità media marzo 2019: 236ms
  • Velocità media febbraio 2019: 339ms

Tempo di caricamento medio condiviso di HostGator:

La velocità della pagina di HostGator è stata deludente.

Negli ultimi 12 mesi, sono stati in grado di raccogliere solo una media di 1385 ms, il che significa che impiega più di 1 secondo per caricare una pagina web.

La gara di velocità della pagina è a malapena una competizione in questo caso perché la media di questo HostGator è più di tre volte più lenta di quella di Bluehost.

hostgator-shared-velocità-prestazioni

  • Velocità media gennaio 2020: 2,189ms
  • Velocità media dicembre 2019: 1,640ms
  • Velocità media novembre 2019: 1,378ms
  • Velocità media ottobre 2019: 1,423ms
  • Velocità media settembre 2019: 1,328ms
  • Velocità media agosto 2019: 1,494ms
  • Velocità media luglio 2019: 1,763ms
  • Velocità media giugno 2019: 1,331ms
  • Velocità media maggio 2019: 931ms
  • Velocità media aprile 2019: 957ms
  • Velocità media marzo 2019: 1,068ms
  • Velocità media febbraio 2019: 1,107ms

3. Quale ha un piano a lungo termine più economico? Tutti e due

Sia Bluehost che HostGator hanno piani e livelli di prezzi simili.

Ma iniziamo con Bluehost, prima.

Piani Bluehost e livelli di prezzi per il 2019

  • Di base: L’opzione di hosting condiviso più bassa è solo $ 2,75 al mese con il nostro codice esclusivo. Quel prezzo basso ed economico include tutto il necessario per un singolo sito Web, tra cui archiviazione SSD da 50 GB, larghezza di banda illimitata, certificato SSL gratuito, un dominio (gratuito) e persino cinque account di posta elettronica. Questo è senza dubbio il miglior prezzo là fuori.
  • Più: Il secondo livello condiviso ti farà guadagnare $ 5,45 al mese. Ma per il doppio del prezzo di introduzione, puoi ospitare siti Web illimitati! La memoria e la larghezza di banda sono entrambe illimitate. Viene inserito un certificato SSL gratuito. E ottieni quasi tutto illimitato, dai domini parcheggiati ai sottodomini e agli indirizzi e-mail.
  • Choice Plus: La più grande opzione di hosting condiviso in realtà costa lo stesso del piano Plus con il nostro codice: $ 5,45 al mese. Ottieni tutto incluso nel piano Plus, con alcuni vantaggi extra, come aiuto spam, privacy del dominio e backup del sito.

(Bluehost ha anche un assortimento di VPS e server dedicati da acquistare se hai bisogno di qualcosa con un po ‘più di potenza.)

C’è un problema con questi prezzi bassi, tuttavia.

Dovrai registrarti per un periodo di tre anni completo per trarne vantaggio. Questa è una buona e una cattiva notizia, però.

La cattiva notizia è che è meglio essere sicuri che ti piaccia il loro servizio prima di pagare in anticipo per tre anni. Per fortuna, offrono una garanzia di rimborso di 30 giorni, con alcune restrizioni. I servizi aggiuntivi, come i nomi di dominio, non sono inclusi. E detrarranno $ 15,99 per il costo di detto nome di dominio.

La buona notizia è che stai bloccando questa tariffa scontata.

Vedi, la maggior parte delle altre società di hosting fanno gli stessi trucchi dei prezzi in tutto il settore. Ti avvolgono con prezzi incredibilmente bassi per il primo anno, solo per aumentare le tariffe (a volte due o tre volte) negli anni successivi.

Ma in questo caso, il pagamento anticipato funziona davvero a tuo favore.

Puoi pagare per Bluehost con tutte le principali carte di debito o di credito, oltre a PayPal.

Sfortunatamente, questo prezzo non include le migrazioni gratuite del sito. Quindi dovrai pagare un extra se trasferisci da un altro provider di hosting.

Ora rivolgiamo la nostra attenzione a HostGator.

Ecco come i loro piani e ripartizione dei prezzi:

Prezzi di Hostgator

  • hatchling: I piani HostGator più bassi partono da $ 2,75 / mese, che include un sito Web, un dominio, una larghezza di banda illimitata, una migrazione del sito gratuita e un certificato SSL gratuito.
  • Bambino: Il secondo livello include tutto il necessario per più siti Web, incluso spazio su disco illimitato e un certificato SSL gratuito. Questo inizia a $ 3,95 / mese.
  • Attività commerciale: Il piano big-daddy ti riporterà solo $ 5,95 / mese, ma ti darà domini illimitati, larghezza di banda, oltre a un certificato SSL aggiornato, IP dedicato e strumenti SEO.

I prezzi di HostGator sono simili a Bluehost, dove pagherai per un periodo di tre anni per approfittare di quelle tariffe basse.

La loro garanzia di rimborso è di due settimane più lunga di quella di Bluehost a 45 giorni, ma ci sono alcune eccezioni.

Fondamentalmente, i rimborsi si applicano solo all’hosting condiviso o VPS. Nessun server dedicato o costi di amministrazione. E devi pagare tramite debito, credito, PayPal o contanti (sì, contanti) per avere diritto. Vaglia, assegni e bonifici non riceveranno rimborsi.

Sfortunatamente, questi rialzi dei prezzi di rinnovo sono pienamente efficaci con HostGator.

Dopo la scadenza del piano iniziale, HostGator aumenterà le tariffe (sebbene l’intero importo dipenda dal piano con cui si finisce).

Dichiarazione di non responsabilità sui prezzi di HostGator

4. L’esperienza di supporto è molto simile

Come il loro tempo di attività e le prestazioni della velocità della pagina, Bluehost ha anche affrontato i tempi di risposta dei clienti negli ultimi mesi.

Adesso sono spesso velocissimi nelle sessioni di chat dal vivo. Tuttavia, abbiamo scoperto che i loro rappresentanti di supporto a volte erano fuori dalla loro profondità quando testati con domande più tecniche.

Supporto per BluehostSupporto per Bluehost

È interessante notare che puoi passare al loro canale YouTube per risolvere probabilmente la maggior parte dei problemi comuni che potresti incontrare.

Anche l’assistenza clienti di HostGator è stata molto buona negli ultimi tempi. Ci è voluto un po ‘di tempo per connettersi con un rappresentante di chat dal vivo (~ 16 minuti), ma una volta fatto, sembravano molto amichevoli e sapevano di cosa stavano parlando.

Supporto di HostGator Live ChatSupporto di HostGator

Un’esperienza positiva in entrambi i casi! Non puoi più sbagliare con questi giganti dell’hosting.

6. Quale è più “ricco di funzionalità”? HostGator …

Non battere il cespuglio.

Bluehost e HostGator hanno alcune tasche profonde in questi giorni.

Ma hanno sprecato quel cashback sui loro clienti lanciando tutti i tipi di piccoli vantaggi con pochissime limitazioni.

Ad esempio, Bluehost ha tutta una serie di strumenti incentrati sullo spam, tra cui SpamAssassin, Spam Experts e Spam Hammer, per aiutarti a impedire a webspam di infettare il tuo sito. (Per non parlare, certificati SSL gratuiti.)

Bluehost funzionerà bene anche con CloudFlare per fornire ulteriore attenzione agli hack e agli hotlink. Ti permetteranno persino di proteggere con password le directory e aggiungere autenticazione a due fattori ai tuoi accessi.

Sono anche e-commerce compatibili. Puoi andare al marketplace MOJO per creare un negozio online a tutti gli effetti.

Bluehost Mojomarket

Puoi utilizzare l’installazione di WordPress con un clic di Bluehost, oppure gli utenti esperti saranno felici di mettere le mani sull’accesso cPanel.

Pannello Bluehost

La nostra più grande lamentela Bluehost è la tassa di migrazione di $ 149,99 (!).

Quasi tutti gli host web lo inseriscono gratuitamente, incluso HostGator.

Abbiamo appena avuto un altro host web che eseguiva la migrazione di un sito per noi e ci sono voluti … ~ 20 minuti al massimo. Siamo stati in grado di farlo istantaneamente anche sulla chat dal vivo.

Quindi, se stai spostando un sito esistente, tienilo a mente. Oppure, dai un’occhiata più da vicino a HostGator (devi solo registrarti con 30 giorni dopo l’acquisto di un piano). Sposteranno tutto dal dominio all’intero sito Web e persino ai database MYSQL.

HostGator offre anche moltissimi extra, tra cui una simile protezione da malware, certificati SSL e persino backup giornalieri!

HostGator ha anche il vantaggio aggiuntivo di un costruttore di siti Web integrato, completo di funzionalità di e-commerce e modelli di progettazione mobile-responsive.

E puoi ottenere fino a $ 200 in crediti pubblicitari gratuiti per i nuovi utenti ($ 100 per ogni Google AdWords e Bing).

Tutti questi “extra” rendono HostGator un’ottima scelta per entrambi i tipi di persone. I principianti che iniziano da zero apprezzeranno questi crediti pubblicitari e il generatore di siti Web con trascinamento della selezione, mentre i clienti con siti Web esistenti apprezzeranno i trasferimenti gratuiti di siti, domini e database.

È un’opzione solida per entrambi.

Conclusione: vince Bluehost!

Bluehost e HostGator condividono molte somiglianze.

Sono entrambe eccellenti opzioni sia per i neofiti che per gli utenti esperti che cercano di decidere dove ospitare il loro impero online.

Quindi, come dovresti scegliere?

Se premuto, daremmo un leggero vantaggio a Bluehost. Ecco perché:

  • Tempo di attività pressoché perfetto
  • Primi cinque nella velocità della pagina
  • Prezzi migliori della categoria
  • Supporto rapido e amichevole
  • E tonnellate di extra di sicurezza.

È possibile presentare l’HostGator in diverse aree. Soprattutto nelle funzionalità “extra”, come le migrazioni gratuite del sito, i backup e il generatore di siti Web.

Ma nel complesso, Bluehost domina tra i “primi tre” di uptime, velocità e prezzo. Quasi ogni posizione migliore di oltre 30+ società di hosting che abbiamo esaminato fino ad oggi.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map