77 Statistiche dello shopping online per il 2020 |

intestazione delle statistiche dello shopping online


Rimanere aggiornati con l’eCommerce e le tendenze dello shopping online è essenziale per qualsiasi business online nel 2020. Con così tanti acquirenti che cercano i migliori affari su Internet per risparmiare tempo e denaro, è necessario assicurarsi che il sito Web offra la migliore esperienza utente possibile.

Quindi, quali sono le tendenze più cruciali per la tua azienda? Il mobile continua a essere un fattore sempre più importante e anche lo shopping multicanale sta diventando sempre più diffuso. Altre aree degne di nota sono la ricerca di video e immagini, la ricerca vocale e l’influencer marketing, che si dice essere uno dei metodi di acquisizione dei clienti in più rapida crescita su Internet.

Potrebbe sembrare un po ‘travolgente, ma è perché i baby boomer, i millennial e i Gen Zer si impegnano tutti nello shopping online in modo diverso. Per essere sicuri di non perdere opportunità redditizie, è necessario rimanere aggiornati con l’ultimo dialogo e-commerce.

Abbiamo identificato 77 delle più importanti statistiche di eCommerce e acquisti online che devi sapere per avere successo. Sono elencati nelle dieci categorie principali seguenti:

  1. Statistiche di ottimizzazione del tasso di conversione
  2. Statistiche sul commercio mobile
  3. Statistiche di abbandono del carrello
  4. Statistiche della campagna di email e retargeting
  5. Statistiche dei contenuti video
  6. Statistiche sui social media
  7. Statistiche di ricerca vocale
  8. Ricerca locale e statistiche omnicanale
  9. Statistiche sulla gestione delle relazioni con i clienti
  10. Statistiche di marketing dell’influencer

1. Statistiche di ottimizzazione del tasso di conversione (CRO)

I ricercatori sono più esperti che mai e possono individuare un sito che non è aggiornato con il suo design e l’esperienza utente. Per offrire all’utente la migliore esperienza possibile, i webmaster e i team digitali eseguono costantemente test e modifiche ai propri siti per garantire che tutte le pagine siano ottimizzate.

  • Quest’anno il 60% dei marketer digitali prevede di implementare l’analisi del percorso del cliente per migliorare i tassi di conversione (fonte)
  • I video e le landing page possono migliorare il CRO fino all’86% (fonte)
  • La velocità di caricamento della pagina ritardata anche di 1 secondo può ridurre le conversioni del 7% (fonte)
  • Le aziende con oltre 40 pagine di destinazione generano 12 volte più lead rispetto a quelle con solo una o cinque pagine di destinazione (fonte)
  • Costruire e testare landing page è uno dei cinque principali problemi per i marketer digitali (fonte)
  • Il 48% degli esperti di marketing crea nuove landing page per ogni campagna (fonte)
    Solo il 52% delle aziende che utilizzano pagine di destinazione le verifica per migliorare le conversioni (fonte)

statistiche di ottimizzazione del tasso di conversione

Key Takeaways

Una comprensione fondamentale di come i tuoi clienti navigano nella tua canalizzazione è essenziale per aumentare le conversioni. Per implementare tale analisi in modo efficace, devi imparare come i tuoi clienti interagiscono con il tuo sito Web e determinare cosa puoi fare per rendere la loro esperienza più fluida e piacevole.

Prova a eseguire i test delle mappe di calore per vedere dove gli utenti trascorrono la maggior parte del loro tempo sulle tue pagine. Puoi anche eseguire test A / B per vedere se alcune modifiche alla copia o al design generano più conversioni di altre.

2. Statistiche sul commercio mobile

Gli utenti mobili sono in aumento. Mentre Google continua a svelare e migliorare l’indicizzazione Mobile-First, le aziende online dovrebbero sempre tenere presente la loro esperienza mobile durante la creazione di nuove pagine Web. Le pagine dovrebbero apparire identiche e scorrere senza problemi sui dispositivi mobili.

  • Le vendite di eCommerce mobile dovrebbero raggiungere il 63,5% delle vendite di eCommerce totali quest’anno (fonte)
  • Le entrate globali del commercio elettronico mobile dovrebbero raggiungere fino a $ 669 miliardi quest’anno (fonte)
  • Le vendite di dispositivi mobili il Cyber ​​Monday nel 2017 hanno rotto 2 miliardi di dollari, rendendolo il più grande giorno di shopping online della storia (fonte)
  • Otto su 10 americani acquistano online; Il 51% di loro ha acquistato qualcosa con il proprio smartphone (fonte)
  • Entro il 2020, oltre 3,3 miliardi di utenti avranno assistenti virtuali sui propri dispositivi (fonte)
  • I portafogli mobili dovrebbero superare gli acquisti di credito e debito entro il 2020 (fonte)
  • I pagamenti mobili in negozio dovrebbero raggiungere $ 503 miliardi entro il 2020 (fonte)
  • Il 40% degli utenti mobili lascia le pagine che richiedono più di tre secondi per caricare (fonte)

statistiche del commercio mobile

Key Takeaways

Tutte le tue pagine web dovrebbero essere ottimizzate per i dispositivi mobili. Una scarsa esperienza mobile danneggerà la tua capacità di posizionamento e potrebbe costarti delle vendite. Gli utenti sono inclini a rimbalzare dai siti con tempi di caricamento lenti e pagine mobili mal progettate. Esistono diverse linee guida delineate da Google su come progettare un sito per utenti mobili. Alla fine, il tuo obiettivo dovrebbe essere quello di rendere le cose più facili per l’utente.

Per migliorare la tua esperienza mobile, converti le pagine chiave di prodotti e vendite in Pagine mobili accelerate (AMP) e assicurati che i CTA siano ben posizionati in modo che siano facili da vedere e premere durante lo scorrimento.

3. Statistiche di abbandono del carrello

L’abbandono del carrello è sempre stato un problema. Mentre gli utenti continuano a passare allo shopping online, le aziende hanno provato varie tecniche per impedire agli utenti di lasciare un carrello pieno senza effettuare acquisti.

  • Il 60% degli abbandoni del carrello è dovuto a costi aggiuntivi, come tasse, spedizione e commissioni (fonte)
  • Il 28% degli acquirenti statunitensi abbandona gli ordini a causa di un processo di pagamento complicato o elaborato (fonte)
  • Il sito di eCommerce medio può aumentare i tassi di conversione del 35,26% migliorando il design della cassa (fonte)
  • Il 58,6% degli acquirenti abbandona i carrelli durante la navigazione o perché non è ancora in grado di acquistare (fonte)
  • Il 35% delle transazioni viene perso quando i siti Web richiedono agli utenti di creare account prima dell’acquisto (fonte)
  • $ 260 miliardi sono recuperabili attraverso processi di pagamento migliorati (fonte)

statistiche sull'abbandono del carrello

Key Takeaways

L’abbandono del carrello è destinato a verificarsi. Molti utenti aggiungono articoli al carrello senza intenzione di acquistare, mentre altri potrebbero confrontare i tuoi prezzi con altri fornitori. Ciò di cui dovresti preoccuparti è quanti di questi casi di abbandono sono dovuti a una scarsa esperienza di checkout.

In genere, agli utenti non piace creare account prima dell’acquisto e molti abbandoneranno il carrello una volta presi in considerazione i costi di spedizione e le imposte. Per evitare di perdere vendite, offri diversi tipi di opzioni di pagamento e assicurati che il minor numero di passaggi possibile. Un’altra tattica è un promemoria via e-mail quando gli utenti lasciano oggetti nel carrello per ricordare loro di acquistare.

4. Statistiche della campagna di email e retargeting

Entro il 2020, la spesa totale per display e pubblicità dovrebbe superare la ricerca del 28 percento. Perché l’improvvisa ondata? Gli esperti di marketing stanno appena realizzando il potenziale del remarketing: le conversioni aumentano tanto più un utente ha visto un annuncio.

  • Gli acquirenti online hanno il 70% di probabilità in più di convertirsi con il targeting con annunci display (fonte)
  • Il 54% degli acquirenti afferma che acquisterebbe articoli abbandonati se questi fossero offerti a un prezzo più basso in seguito (fonte)
  • Il 72% dei clienti abbandona il carrello; solo l’8% di questi ritorna per completare il checkout (fonte)
  • Ma il 26% degli acquirenti online completerà la procedura di pagamento dopo aver visto un annuncio con targeting (fonte)
  • Tre utenti su quattro notano annunci di retargeting (fonte)
  • Il 24% delle aziende con oltre 1.000 dipendenti spende il 50% o più del proprio budget di marketing per il retargeting (fonte)
  • Il 72% degli acquirenti millenari afferma di non preoccuparsi del retargeting (fonte)
  • Il 55% degli acquirenti afferma che testimonianze e recensioni influenzano la propria decisione di acquisto (fonte)

statistiche sulle campagne di retargeting

Key Takeaways

Gli annunci display mirati e le campagne e-mail sono alcuni dei metodi migliori per riaccendere le relazioni con ex clienti. Una tattica comprovata è quella di offrire sconti nelle e-mail di retargeting, assicurandosi di includere la promozione nella riga dell’oggetto.

È anche una buona pratica riconvertire i clienti attuali. Questo li tiene aggiornati sulle promozioni e impedisce loro di passare a un concorrente in futuro.

5. Statistiche dei contenuti video

I contenuti video sono accattivanti e possono mostrare i tuoi prodotti in tempo reale. Gli utenti preferiscono questa esperienza, poiché consente loro di visualizzare la proprietà del prodotto prima di acquistarlo. Agli utenti piace anche confrontare i prodotti online, quindi è preferibile avere più angolazioni di un prodotto o un video dimostrativo di come funziona.

  • 4x come molti consumatori preferiscono visualizzare un video su un prodotto piuttosto che leggerlo (fonte)
  • I video dei prodotti possono aumentare i tassi di conversione fino al 144% (fonte)
  • I video possono aumentare il traffico organico fino al 157% (fonte)
  • Il 43% degli utenti di Internet desidera vedere più contenuti video (fonte)
  • Quattro consumatori su 5 trovano utili i video dimostrativi quando effettuano un acquisto (fonte)
  • Il 43% degli spettatori interagirà con un marchio sui social media tramite contenuti video (fonte)
  • Circa il 50% degli acquirenti online cerca video correlati a un prodotto prima di acquistarlo in negozio (fonte)
  • Il 92% degli acquirenti afferma che gli elementi visivi influenzano maggiormente la propria decisione di acquisto (fonte)

statistiche sui contenuti video

Key Takeaways

Il video è un must per aumentare la consapevolezza e le conversioni del marchio. Il contenuto visivo tende a dare il meglio in termini di condivisioni e ha anche il potenziale per aumentare il traffico di riferimento al tuo sito quando viene condiviso su piattaforme di social media.

Per i migliori risultati, investi nella produzione di contenuti video di alta qualità, pubblicali regolarmente sia sul tuo sito web che sui canali social e monitora come il tuo pubblico reagisce ai tuoi contenuti.

6. Statistiche sui social media

I social media sono un ottimo modo per aumentare il traffico di referral e le conversioni per i marchi che hanno imparato a usarlo correttamente. La chiave è determinare quali piattaforme social funzionano meglio per il tuo settore. I marchi che prosperano grazie ai contenuti visivi funzionano bene su Pinterest o Instagram, ad esempio.

  • Il contenuto visivo ha una probabilità 40 volte maggiore di essere condiviso sui social media rispetto ad altre forme di contenuto (fonte)
  • Facebook ha influenzato il 52% degli acquisti online e offline dei consumatori nel 2015 (fonte)
  • L’85% di tutti gli acquisti di eCommerce dai social media proviene da Facebook (fonte)
  • Facebook ha un tasso di conversione dell’1,85%, il più alto di tutte le piattaforme di social media (fonte)
  • I negozi con una presenza sui social media hanno in media il 32% di vendite in più rispetto ai negozi senza uno (fonte)
  • Il 48% degli americani ha interagito con una società o un marchio sui social media (fonte)
  • L’84% degli acquirenti online statunitensi esamina almeno un sito di social media prima di effettuare un acquisto (fonte)
  • Il valore medio dell’ordine dei clienti indicati da Instagram è $ 65 (fonte)
  • Il valore medio dell’ordine dei clienti indicati da Facebook è di $ 55 (fonte)

statistiche sui social media

Key Takeaways

I social media sono un ottimo modo per aumentare la consapevolezza del marchio. Per i migliori risultati, analizza cosa stanno facendo i concorrenti per vedere quali canali ottengono il maggior numero di risposte dal tuo pubblico di destinazione. Una volta individuate le aree di interesse, sviluppa un calendario dei contenuti in modo da aggiornare regolarmente i tuoi account sui social media.

7. Statistiche di ricerca vocale

Si prevede che la ricerca vocale diventerà il metodo di ricerca preferito nei prossimi anni. Sebbene lungi dall’essere perfetto, gli utenti si stanno abituando sempre più alla ricerca vocale a causa della prevalenza di dispositivi di altoparlanti intelligenti nelle case, opzioni di ricerca vocale su smartphone e apprendimento automatico, che consente ai dispositivi intelligenti di anticipare meglio l’intento dei ricercatori nel tempo.

  • Si prevede che la ricerca vocale e di immagini costituisca il 50% di tutte le ricerche entro il 2020 (fonte)
  • Il 40% dei millennial ha utilizzato la ricerca vocale prima di effettuare un acquisto online (fonte)
  • Il 76% degli utenti di smart speaker esegue ricerche locali su base settimanale (fonte)
  • Di questi utenti, il 53% cerca ogni giorno (fonte)
  • Il 58% dei consumatori ha effettuato ricerche vocali per trovare informazioni sulle attività commerciali locali nell’ultimo anno (fonte)
  • Il 46% degli utenti di ricerche vocali cerca quotidianamente attività commerciali locali (fonte)
  • Il 46% dei consumatori vorrebbe sentire i prezzi delle imprese sulla ricerca vocale (fonte)
  • Il 27% dei ricercatori visita il sito Web di un’azienda dopo averlo trovato tramite la ricerca vocale (fonte)

statistiche di ricerca vocale

Key Takeaways

La ricerca vocale sta diventando sempre più popolare man mano che i dispositivi voice-first e la ricerca vocale per smartphone diventano più sofisticati. Siri da solo gestisce 1 miliardo di query di ricerca vocale a settimana e gran parte (22 percento) di tali ricerche sono locali.

Per ottimizzare la ricerca vocale, devi pensare a parole chiave a lunga coda “conversazionali” pertinenti alla tua attività e avere una sezione della tua pagina FAQ dedicata a rispondere a tali domande.

8. Ricerca locale e statistiche multicanale

La ricerca locale e lo shopping omnicanale vanno di pari passo. Molti acquirenti stanno iniziando il loro percorso di acquisto online per ricercare un prodotto prima di acquistarlo di persona in un punto vendita.

  • Il 50% dei consumatori che cercano un’attività locale su uno smartphone visita il negozio entro 24 ore (fonte)
  • Il 18% delle ricerche locali porta a vendite (fonte)
  • Quattro persone su 5 utilizzano i motori di ricerca per eseguire ricerche locali (fonte)
  • Il 73% dei partecipanti degli utenti di smartphone in un sondaggio di Google ha affermato che le indicazioni erano importanti negli annunci PPC locali (fonte)
  • Il 70% degli utenti di computer e tablet nello stesso sondaggio di Google ha affermato che era importante personalizzare gli annunci nelle immediate vicinanze (fonte)
  • Il 98% degli americani passa da un dispositivo all’altro più volte al giorno (fonte)
  • Il 77% delle aziende con una forte esperienza omnicanale archivia i dati dei clienti su più canali (fonte)
  • Le aziende con un forte impegno omnicanale mantengono l’89% dei loro clienti (fonte)

statistiche di ricerca locale

Key Takeaways

Come azienda locale, è più importante che mai avere una presenza online. Gli utenti spesso confrontano i prodotti online prima di andare in negozio per acquistarli. Tuttavia, altri utenti potrebbero preferire fare acquisti in loco e acquistare online, mentre altri preferiscono esclusivamente l’esperienza in negozio.

In ogni caso, il vantaggio di avere una clientela sia in negozio che online è che la tua azienda può soddisfare sia i baby boomer, i millennial che i Gen Zers.

9. Statistiche CRM (Customer Relationship Management)

L’industria del CRM vale $ 36 miliardi. Il software CRM rende più semplice per le aziende rimanere aggiornati sulle relazioni con i clienti in ogni area della canalizzazione di acquisto. Con una risorsa così completa a portata di mano, è difficile per i clienti cadere tra le crepe.

  • Il 79% dei lead non riesce a convertire senza software CRM (fonte)
  • I sistemi di social CRM possono migliorare la conservazione del 26% (fonte)
  • I tassi di conversione possono aumentare del 300% con un CRM in atto (fonte)
  • Il 74% delle aziende che utilizzano un CRM segnala migliori relazioni con i clienti (fonte)
  • Il ROI medio sui CRM è di $ 5 per ogni $ 1 investito (fonte)
  • Il software CRM può migliorare le vendite fino al 29% (fonte)
  • Il 22% dei venditori non ha idea di cosa sia un CRM (fonte)

Statistiche CRM

Key Takeaways

Il software CRM offre i mezzi migliori per centralizzare tutte le interazioni con i clienti precedenti, attuali e potenziali in un unico posto. Consentendo di monitorare ogni passaggio e fase del percorso del cliente su base individuale, si aumentano significativamente le possibilità di acquisire e convertire i lead migliorando al contempo la conservazione.

10. Statistiche di marketing dell’influencer

Con l’emergere e la maturazione di piattaforme in tempo reale come Snapchat, Instagram e Twitter negli ultimi anni, l’influencer marketing è diventato un modo veramente efficace per vendere un prodotto. Gli utenti hanno iniziato a collocare più titoli in particolare negli influenzatori di Instagram e Youtube, rispetto alle celebrità, dal momento che queste star di Internet sono più riconoscibili.

  • Il 39% degli esperti di marketing prevede di aumentare il proprio budget di marketing per l’influencer nel 2018 (fonte)
  • Uno studio di Twitter riporta che il 40% della sua base di utenti afferma di aver acquistato qualcosa come risultato diretto di un Tweet da un influencer (fonte)
  • L’80% degli influenzatori usa Instagram per pubblicare contenuti originali (fonte)
  • Il 28% dei responsabili marketing ha classificato l’influencer marketing come il metodo di acquisizione clienti in più rapida crescita sul web (fonte)
  • Il valore medio guadagnato per il media influencer è di $ 7,65 per ogni $ 1 speso (fonte)
  • Il 37% degli esperti di marketing in uno studio Influencer Hub del 2017 sta stanziando budget per l’influencer marketing (fonte)
  • Da questo sondaggio, il 67% degli esperti di marketing ha in programma di aumentare il proprio budget di marketing per l’influencer (fonte)

statistiche di marketing di influencer

Key Takeaways

Il principale vantaggio del marketing degli influencer è che il ROI è facile da rintracciare. Come visto nelle statistiche sopra, molti utenti acquistano prodotti come risultato diretto di una recensione favorevole da un influencer acclamato. Questi a volte hanno fallito per i marchi, quindi fai sempre attenzione a scegliere un influencer che possa seguire la direzione del tuo marchio.

Sommario

Il futuro dello shopping è online. Gli acquirenti di tutte le età hanno aspettative più elevate rispetto al passato e l’unico modo per soddisfare le diverse fasce di età e preferenze è garantire che il tuo sito sia conveniente e affidabile. Offri ai tuoi utenti la migliore esperienza possibile e ne trarrai vantaggio in seguito.

pulsante delle statistiche dello shopping online

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map