Recensione di Bluehost

Bluehost è grande e famoso. Ospita milioni di siti Web e offre l’intera gamma di servizi di hosting, quindi è stata una scelta naturale per una delle prime voci qui, presso il Tribunale di hosting.


La mia missione di trovare il miglior provider di hosting di siti Web non potrebbe mai essere completa senza dare un’occhiata a questo host popolare. In passato, ho creato un paio di recensioni su Bluehost ma, mentre ci lavoravo, mi sono reso conto che il 2018 è stato piuttosto ricco di eventi per l’azienda.

Le cose sono cambiate sul Bluehost: i piani condivisi, Bluehost.com e i server sono stati aggiornati.

Ma questo cambiamento è un’evoluzione naturale?

È un passo verso un miglioramento del servizio che può rimettere in discussione l’azienda sui migliori host web?

Che cos’è Bluehost?

Fondato 15 anni fa, a Provo, nello Utah, Bluehost ora gestisce oltre 2 milioni di siti Web. Ciò lo colloca saldamente tra i più grandi host web al mondo e la classifica non è una sorpresa.

Questo provider di hosting statunitense ha impiegato solo 5 anni per raggiungere 1 milione di nomi di dominio. Per fare un confronto, SiteGround è stato fondato solo un anno dopo, nel 2004, e ha colpito quel segno nel 2018.

L’impressionante crescita di cui gode Bluehost è stata una testimonianza di eccellenza e nel 2010 il gigante EIG ha acquisito l’host del sito web con sede nello Utah.

Quindi sono iniziati i problemi di Bluehost. Gli anni seguenti hanno visto diverse importanti interruzioni del servizio che hanno guastato il marchio Bluehost.

Ho controllato la piattaforma WordPress Managed Bluehost non molto tempo fa e non sono rimasto impressionato e ho pensato a me stesso che questo è solo un altro marchio EIG che sta soffrendo l’afflizione appassionata dell’acquisizione. (La mia recensione WordPress di Bluehost non è stata la più stimolante, per dirla in parole povere.)

Con mia sorpresa, i numeri che Bluehost ha registrato per questa recensione dettagliata e onesta danno molte ragioni per l’ottimismo.

Quindi, Bluehost è un buon host?

"Migliori tempi di attività e prezzi"

uptime

99,95%

Supporto

8/10

Velocità di caricamento

0.96s

Caratteristiche

8/10

OVERAL3.4

The Essentials: tempo di attività, velocità e supporto di Bluehost

Velocità e tempo di attività sono alla base di qualsiasi presunzione online di successo, ma a lungo termine il supporto è altrettanto importante.

1. Eccellente uptime – 99,98%

Uptime è il pane e il burro del web hosting. Letteralmente, chiunque può ospitare un sito Web, anche su un laptop personale; la sfida è tenerlo online in ogni momento.

Bluehost è una delle pochissime aziende tra i principali fornitori di servizi di hosting di siti Web che non offrono una garanzia di disponibilità. Ogni altro host che ho recensito nel 2019 ha una garanzia di disponibilità del 99,9% (anche del 100% nel caso di DreamHost) ma Bluehost non menziona nulla in tal senso sul suo sito Web.

Questo mi ha colpito come un po ‘vecchia scuola. Alcuni anni fa nessuno offriva garanzie di uptime e rimborsi per SLA violato.

In ogni caso, ciò che conta davvero non è ciò che è promesso, ma ciò che viene consegnato.

E Bluehost offre prestazioni eccellenti, con uptime del 100% a settembre 2018 e 99,92% nel mese precedente. Questi sono numeri solidi che mostrano una forte infrastruttura e una grande affidabilità. La tendenza è proseguita fino alla fine del 2018 e oltre.

Uptime medio 2018 – 99,97%

Uptime medio 2019:

  • Gennaio – 99,95%
  • Febbraio – 99,97%
  • Marzo – 100%
  • Aprile – 99,98%
  • Maggio – 100%
  • Giugno – 99,93%
  • Luglio – 99,99%
  • Agosto – 99,99%
  • Settembre – 99,99%
  • Ottobre – 100%
  • Novembre – 100%
  • Dicembre – 99,99%

Uptime medio 2020:

  • Gennaio – 99,95%
  • Febbraio – 99,97%

"Bluehost è un host molto affidabile."

2. Buona velocità

  • Tempo di risposta rapido – 0.43s (8 °)
  • Tempo di caricamento molto veloce – 0.95s (3d)
  • Stabile sotto carico– 0.64s (5 °)

Nota: se esegui test di velocità sul mio dominio, i risultati potrebbero variare leggermente. Anche dalla stessa piattaforma di test due test normalmente mostrano risultati leggermente diversi. Il mio sito Bluehost è ospitato nello Utah, quindi l’ho testato da sedi statunitensi. Tutti i plugin e la cache sul lato server sono stati disabilitati.

Si può sostenere che la velocità è ancora più importante del tempo di attività. Una risposta lenta è un serio deterrente per l’utente quando si tratta di navigare online.

Ho condotto la prima delle mie recensioni Bluehost nel 2017 e quindi la velocità e le prestazioni complessive del server sono state piuttosto deludenti.

Con mia genuina sorpresa, i tempi in cui i server condivisi Bluehost mostrano la compagnia fermamente tra i primi 3 dei fornitori più veloci che ho misurato qui, presso il Tribunale di hosting.

Il tempo al primo byte è il terzo più veloce, mentre il tempo necessario per il caricamento completo del sito è solo 0,95 secondi. Complessivamente, questi numeri rendono Bluehost il quarto host più veloce che abbia controllato finora.

Stabili e affidabili, i server Bluehost sono in grado di gestire bene il traffico.

Solida prestazione del server per Bluehost.

Sotto pressione, i server Bluehost rispondono molto bene.

Non solo, ma sotto carico il mio piccolo sito WordPress ha funzionato notevolmente. Non meno di 50 utenti simultanei non hanno messo a dura prova il server SSD dell’azienda, ottenendo risposte senza alcun ritardo.

Con tali tempi, la posizione del case study Bluehost è destinata a migliorare.

Roba fantastica!

Tempo medio di risposta 2018 – 0,38 secondi

Tempo medio di risposta 2019:

  • Gennaio – 0.42s
  • Febbraio – 0,39 secondi
  • Marzo – 0.34s
  • Aprile – 0,36 secondi
  • Maggio – 0,54 secondi
  • Giugno – 0,50
  • Luglio – 0,50
  • Agosto – 0.47s
  • Settembre – 0.45s
  • Ottobre – 0.42s
  • Novembre – 0,54 secondi
  • Dicembre – 0.43s

Tempo medio di risposta 2020:

  • Gennaio – 0.47s
  • Febbraio – 0,50

Pagina completamente caricata 2018 – 0.96s

Pagina completamente caricata 2019:

  • Gennaio – 1.00
  • Febbraio – 0.96s
  • Marzo – 1.00
  • Aprile – 0,90
  • Maggio – 1,03 secondi
  • Giugno – 0.93s
  • Luglio – 1.06s
  • Agosto – 0,95 secondi
  • Settembre – 0,81
  • Ottobre – 0,84 s
  • Novembre – 0,99s
  • Dicembre – 0.97s

Pagina 2020 completamente caricata:

  • Gennaio – 0.94s
  • Febbraio – 0,95 secondi

Risposta sotto carico 2018 – 0,59 secondi

Risposta sotto carico 2019:

  • Gennaio – 0,57 secondi
  • Febbraio – 0,56 secondi
  • Marzo – 0,53 secondi
  • Aprile – 0.66s
  • Maggio – 0.60s
  • Giugno – 0.74s
  • Luglio – 0.79s
  • Agosto – 0.98s
  • Settembre – 0.65s
  • Ottobre – 0,63 s
  • Novembre – 0,72 secondi
  • Dicembre – 0.60s

Risposta sotto carico 2020:

  • Gennaio – 0,59 secondi
  • Febbraio – 0,57 secondi

"Servizio molto veloce e duraturo."

3. Supporto di alta qualità

Nella mia esperienza, le grandi società di hosting spesso fanno fatica a fornire un servizio clienti di qualità. Sembra che Bluehost sia un’eccezione.

Durante la fase di ricerca della mia prima recensione di esperti Bluehost, sono stato piacevolmente sorpreso dal supporto cortese e competente. In effetti, ci sono state un paio di occasioni in cui sono stati lenti a rispondere in chat ma niente di drammatico.

È naturale un’azienda con oltre 2 milioni di nomi di dominio per vedere l’occasionale carico elevato di richieste dei clienti.

Devo dire che ora, per questa recensione Bluehost del 2019, il supporto mi ha impressionato ancora di più. Ho avuto risposte con maggiore coerenza, molto rapidamente e cortesemente. Anche la knowledge base è stata perfezionata qua e là, rendendo il supporto Bluehost complessivo abbastanza robusto e utile.

"Eccellente team di supporto in costante miglioramento."

I pro di Bluehost

Solo un anno fa, un confronto Bluehost vs SiteGround o Bluehost vs HostGator sarebbe stato estremamente unilaterale. I problemi di Bluehost erano evidenti. Ora, Bluehost sembra uno dei preferiti per il primo posto tra i migliori provider di hosting di siti Web qui al Tribunale di hosting. La piattaforma di hosting condiviso dell’azienda ha ricevuto un serio aggiornamento che la rende davvero interessante.

1. Infrastruttura solida

Una delle cose che mi ha scioccato l’ultima volta che ho recensito Bluehost è stato il fatto che i server aziendali erano in esecuzione su HDD. Solo un anno dopo, però, le cose sono cambiate in meglio.

Bluehost promette entro limiti ragionevoli.

Bluehost promette entro limiti ragionevoli.

Ora, tutti i server Bluehost funzionano su moderne unità a stato solido, che eseguono gli ordini molto più velocemente. Questo è un significativo aumento delle prestazioni che può essere sentito in tutto. Il backend del mio sito WordPress è veloce e i test di velocità sono stati molto rapidi.

SSD per la vittoria!

E questo non è l’unico aggiornamento, poiché tutti i server dispongono di un minimo di dual quad core per l’elaborazione delle informazioni.

Dolce!

2. Leader open source

Fin dal suo inizio Bluehost ha restituito alla comunità online. L’azienda è uno dei tre host ufficiali di WordPress – DreamHost e SiteGround sono gli altri due – e lo spirito open source è forte.

Molte app sono disponibili su Bluehost.

Le modifiche al sito sono disponibili con un clic di un pulsante.

Bluehost ha un team interno di sviluppatori che lavora per il miglioramento di oltre 80 applicazioni open source. Una delle conseguenze più dirette di questo contributo è il fatto che queste applicazioni funzionano meglio se ospitate su server Bluehost. Le app includono WordPress, carrelli della spesa, piattaforme di social network, sistemi di gestione dei clienti e altri.

L’elenco delle app disponibili non è il più ampio in quanto nulla può battere le oltre 400 app offerte da InMotion Hosting, ma la selezione è molto solida e le prestazioni sono garantite.

3. Backup gratuiti

L’uptime e la velocità sono le qualità più importanti di un host web affidabile, ma anche la protezione dei dati è fondamentale.

Configurare cPanel per creare backup automatici non è poi così difficile e mi fa davvero male quando i provider di web hosting fanno pagare per i backup o il ripristino dei siti o per entrambi.

È vero che gli host web sono fornitori di servizi e gli utenti sono i gestori dei servizi, vale a dire che gli utenti sono responsabili di mantenere i loro file al sicuro, ma il backup automatico dei dati è così facile da raggiungere e così essenziale!

Bluehost crea regolarmente backup di cortesia e non addebita nulla per il ripristino. Gli utenti possono accedere alle copie tramite cPanel o chiedere al team di supporto Bluehost di fornire assistenza per il recupero.

Qualunque opzione scegliate, è gratuita. Come dovrebbe essere.

4. Registrazione gratuita del nome di dominio

Bluehost è uno dei più grandi registrar di nomi di dominio e puoi capire perché; ogni piano condiviso dell’azienda viene fornito con una registrazione gratuita del nome di dominio. Abbastanza dolce, soprattutto se stai appena iniziando il tuo viaggio online.

In genere, un nuovo nome di dominio costa più di $ 10, quindi averlo gratuitamente riduce la spesa di hosting iniziale di un certo margine.

Ricorda, la registrazione del dominio Bluehost è gratuita, ma non i rinnovi di dominio.

5. Eccellenti opzioni di e-commerce

La solida infrastruttura di Bluehost è eccellente per le attività di e-commerce.

A causa dei loro cataloghi, i negozi online tendono ad essere più ricchi di risorse rispetto ai siti non commerciali, ma i server Bluehost non hanno problemi con questo.

Bluehost ha un'impressionante selezione di piattaforme di e-commerce.

Molte soluzioni di e-commerce ti attendono su Bluehost.

Ogni account ha accesso a Zen Cart, Cube Cart, OS Commerce o Agora Shopping Cart e molti altri immediatamente; non mancano le eccellenti soluzioni di e-commerce che possono far crescere il tuo business online da un’idea semplice a un’attività redditizia.

6. SSL gratuito

Legato al punto precedente, non è necessario spendere un centesimo per iniziare a fare trading online. Bluehost fornisce a tutti gli account Let’s Encrypt SSL.

Let’s Encrypt è fantastico non solo perché è gratuito, ma anche perché è un SSL che viene installato automaticamente, senza la necessità di modifiche manuali e la possibilità di errore umano.

Oggi è un must per qualsiasi provider di hosting di siti Web e Bluehost ce l’ha.

7. Garanzia di rimborso entro 30 giorni

Bluehost è una delle società di web hosting che segue una politica di rimborso di 30 giorni.

Tutti i clienti che acquistano l’hosting condiviso da Bluehost per la prima volta hanno diritto a questa garanzia. Se non sei soddisfatto del servizio e annulli entro il primo mese, tutto ciò che hai pagato verrà restituito.

Un mese non è tanto tempo per testare a fondo un provider di hosting ma è meglio di niente.

I contro di Bluehost

La società ha sicuramente fatto molto per recuperare la sua posizione come uno dei principali servizi di web hosting al mondo, ma non è perfetto. Ecco alcuni dei difetti più notevoli che riducono la valutazione complessiva di Bluehost.

1. Migrazioni a pagamento

Bluehost potrebbe sapere come attrarre nuovi clienti con registrazioni gratuite di nomi di dominio, ma la società può sicuramente fare di meglio quando si tratta di siti esistenti.

Bluehost non è il peggiore trasgressore quando si tratta di upsell ..

Alcuni componenti aggiuntivi vengono promossi in modo piuttosto aggressivo durante il processo di registrazione.

Nel caso in cui tu abbia un sito Web ospitato altrove e desideri spostarlo su Bluehost, dovresti pagare. A meno che tu non abbia le conoscenze tecniche per spostare un intero account cPanel e risolvere potenziali problemi di incompatibilità, dovresti sborsare $ 144,99.

Quella tassa è tra le più alte che abbia mai visto. Per non parlare del fatto che molti dei principali host conducono migrazioni gratuitamente. Il che ha perfettamente senso in quanto è un ottimo modo per acquisire nuovi clienti.

Bluehost ovviamente non è d’accordo con me su questo punto.

2. Nessuna fatturazione mensile

Quanto costa Bluehost al mese?

Non importa, come non puoi pagare per un solo mese.

Il minor tempo possibile è di 12 mesi. Non è un grosso problema perché la creazione di un sito Web è un investimento a lungo termine, ma è molto strano e rimuove un certo grado di flessibilità.

Dopotutto, più breve è il periodo per cui paghi, più alta diventa la tariffa mensile. Non riesco a capire il possibile motivo per cui Bluehost non consente alle persone di pagare il modo (e l’importo) che desiderano.

Dispari.

3. Commissioni di rinnovo elevate

Proprio come tutte le società EIG, la politica dei prezzi di Bluehost è quella di attrarre clienti con commissioni iniziali molto basse. Al rinnovo dei servizi, le tariffe aumentano considerevolmente. Il secondo piano condiviso aumenta solo di due volte, mentre le altre commissioni crescono in media tre volte.

Tale approccio non è riservato esclusivamente agli host EIG, ma è sicuramente tipico per i marchi di proprietà del gigante.

Consigliamo Bluehost?

Assolutamente!

Bluehost è migliorato molto dall’ultima volta che ho controllato la società. A parte le migrazioni dei siti in entrata, non ci sono molti svantaggi nella piattaforma condivisa Bluehost.

È veloce, affidabile e versatile. Esistono molte applicazioni ottimizzate, SSL gratuito e piani che si adattano perfettamente, nel caso in cui siano necessarie più risorse. La partnership con CloudFlare garantisce che i siti ospitati con Bluehost si caricino rapidamente in tutto il mondo.

Bluehost è un contendente legittimo per il primo posto?

Se l’ultima tendenza al rialzo continua, molto presto il gigante di Provo può diventare il provider di hosting condiviso numero uno indiscusso.

Dopo tre recensioni di Bluehost, posso finalmente dire che questo è uno dei migliori provider di hosting.

Hai esperienza personale con Bluehost? Mandaci una o due righe di seguito e contribuisci alla nostra base crescente di recensioni degli utenti Bluehost

BLUEHOST IN BREVE

SupportoBase di conoscenzaPiani di hosting condivisiPannello di controlloNumero di domini ospitatiNumero di databaseAccount emailBackup e ripristinoConservazioneLarghezza di bandaTecnologiaSicurezzaRegistrazione del nome di dominioMigrazione del sitoCostruttore di siti WebecommerceHosting specializzatoHosting WindowsCentri datiuptimeVelocitàPrezziStruttura dei prezzigaranzieRimborsi proporzionati per la cancellazione anticipataomaggiSito web aziendaleCultura aziendale
Supporto competente che risponde prontamente.
Una base di conoscenza decente.
Quattro piani di hosting condivisi.
Bluehost cPanel ottimizzato.
1 per il piano di base, altrimenti illimitato.
Illimitato.
5 caselle di posta con fino a 100 MB di spazio di archiviazione per il piano di base, illimitato con il resto.
Backup automatici dell’account negli ultimi 30 giorni. Nessuna tassa di restauro.
50 GB per il piano di base, altrimenti illimitato.
unmetered.
SSD su tutta la linea in esecuzione su server dual-quad collegati al mondo tramite connessioni multiple da 10 GB.
Non c’è molto da menzionare. Ricordati di uscire dal tuo account iPage perché non termina le sessioni utente inattive.
Una registrazione gratuita del nome di dominio.
Gratuito.
No.
Sono disponibili molti carrelli, insieme a Crittografia OpenPGP / GPG e SSL gratuito.
Hosting WordPress gestito.
No.
Un data center a Provo, nello Utah.
Nessuna garanzia menzionata.
Ottima velocità.
Molto conveniente se prepagato.
I prezzi aumentano quando si paga per periodi di fatturazione più brevi e al momento del rinnovo.
30-giorni rimborso garantito.
No.
Registrazione gratuita del dominio, $ 200 di crediti pubblicitari, SSL gratuito.
Informativo, relativamente facile da trovare le informazioni necessarie.
Dedicato all’open source e a WordPress, Bluehost sta tornando rapidamente ai suoi giorni gloriosi.
Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map